Scuola, 5,3 milioni di studenti in classe dopo Pasqua

Stando ai calcoli di Tuttoscuola dovrebbero essere dunque 5.296.519, sei su dieci, gli alunni di scuole statali e paritarie che potranno seguire le lezioni in presenza.

Dopo le vacanze di Pasqua saranno 5,3 milioni gli studenti che torneranno a scuola in presenza. Tra questi 3,1 milioni frequentano scuole dell’infanzia, scuole primarie e il primo anno di secondaria di I grado anche se si trovano in regioni classificate in zona rossa.

Stando ai calcoli di Tuttoscuola dovrebbero essere dunque 5.296.519, sei su dieci, gli alunni di scuole statali e paritarie che potranno seguire le lezioni in presenza su un totale di 8milioni e 506mila. I dati comprendono circa anche un milione e 400mila bambini di scuola dell’infanzia da settimane esclusi dalle attività educative in presenza a scuola.

Le regioni interessate da questa riapertura in presenza sono la Lombardia con 785.910 in presenza (e 615.903 in DAD), il Lazio con 687.592 (e 133.737 in DAD), la Campania con 484.731 (e 460.262 in DAD), la Toscana con 265.966 (e 238.650 in DAD), il Veneto con 373.003 in presenza (e 307.093 in DAD).

Con la quasi totalità degli alunni in presenza (82-83%) le Isole: la Sicilia con 614.891 e la Sardegna con 170.004 alunni in presenza. Complessivamente vi saranno 5,3 milioni (62,3%) di alunni in presenza a scuola e 3,2 milioni (37,6%) in DAD, con la consueta alternanza del 50% per gli studenti delle superiori nelle regioni in cui è consentito.