Sboarina: «2 giugno, il nostro “perfect day”»

Il sindaco di Verona già ieri aveva espresso ai nostri microfoni la soddisfazione di una giornata che aveva definito “perfetta”. Questa mattina il primo cittadino ha convocato a Palazzo Barbieri tutti i principali attori protagonisti che hanno permesso la buona riuscita delle tre principali manifestazioni (Festa della Repubblica, Giro e finale play off) anche, e soprattutto, dal punto di vista della sicurezza. Chissa se si sarà ispirato a Lou Reed per definire quella di domenica un classico “perfect day”.

«Per realizzare una giornata perfetta c’è bisogno di una macchina organizzativa straordinaria e la città di Verona l’ha messa in campo» spiega Federico Sboarina complimentandosi, oggi, con tutti i rappresentati delle maggiori istituzioni cittadine e i responsabili comunali che sono stati coinvolti nella gestione dei grandi eventi di domenica 2 giugno, la Festa della Repubblica, la finale del Giro d’Italia e la partita per la promozione in A dell’Hellas Verona.

«Poche città in Italia – sottolinea il sindaco – sarebbero state capaci di organizzare e gestire in contemporanea tre appuntamenti di questo calibro. Una grande sfida che la città ha superato con successo grazie ad una straordinaria squadra di donne e di uomini – Militari, forze dell’ordine, Vigili del Fuoco e, ancora, dipendenti delle diverse istituzioni coinvolte e tantissimi volontari – che, con il massimo impegno, ha collaborato assieme per la realizzazione della nostra prima giornata perfetta. Se il 2 giugno 2019 resterà per molti una domenica straordinaria è perché tutta questa meravigliosa città l’ha voluto ed ha aderito festosa ad una delle sue più grandi feste dello sport. Insieme a tutti i veronesi abbiamo scritto una delle pagine più belle della storia di Verona. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo nostro primo Perfect Day».

Presenti all’incontro, oltre al Prefetto Donato Cafagna e all’assessore allo Sport Filippo Rando, il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura, il comandante dei Carabinieri Ettore Bramato, il comandante dei Vigili del Fuoco Nicola Micele, il comandante della Guardia di Finanza Carlo Ragusa, il vicario del Questore di Verona Giuseppe Maggese, il responsabile della Protezione Civile Biondani Mauro, i rappresentanti del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona, il direttore di Veronafiere Giovanni Mantovani, per Autostrada A4 Alberto Brentegani, i presidenti di Amt Francesco Barini, di Agec Roberto Niccolai, di Agsm Lighting Filippo Rigo e di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli, per Fondazione Arena il direttore generale Gianfranco De Cesaris e Gianmarco Mazzi amministratore delegato eventi extralirica e tutti i dirigenti comunali coinvolti nell’organizzazione delle manifestazioni.