Sanzioni per 3600 euro a esercizi pubblici di Veronetta e via Centro

Gli accertamenti amministrativi della Polizia di Stato hanno fatto emergere alcune irregolarità. Sono quindi scattate sanzioni amministrative per alcuni locali di Verona.

Polizia - PASI - Controlli amministrativi

Proseguono i controlli della Polizia di Stato orientati a contrastare qualsiasi forma di illegalità e che, soltanto nella giornata di ieri, hanno condotto all’identificazione di 3844 persone in tutta la provincia di Verona.

Nella serata di ieri, inoltre, sono effettuati controlli da parte degli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione nei confronti di diversi esercizi pubblici nella zona di Veronetta e in via Centro.

Gli accertamenti amministrativi hanno fatto emergere alcune irregolarità, a seguito delle quali sono scattate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 3.664 euro.

LEGGI ANCHE: Incidente mortale in A4 fra Verona Est e Verona Sud

In particolare, in uno dei locali pubblici controllati in via San Nazaro è stata rilevata l’assenza dei precursori alcolemici che per legge devono essere a disposizione dei clienti che desiderino verificare il proprio stato di idoneità alla guida dopo l’assunzione di bevande alcoliche, mentre in un altro locale della stessa via è stata riscontrata anche l’assenza delle tabelle riproducenti la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica. Per il gestore del primo locale è scattata una sanzione amministrativa di 400 euro, mentre per quello del secondo esercizio pubblico la sanzione ammonta ad 800 euro.

In un esercizio pubblico di via XX settembre, invece, è stata rilevata la mancata esposizione della s.c.i.a. e dell’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande e le relative tariffe, violazione per cui è stata elevata una sanzione amministrativa di 708 euro.

Le irregolarità più numerose sono state, invece, riscontrate in un esercizio pubblico di via Centro, dove oltre alla mancanza delle tabelle alcolemiche e dei precursori a disposizione dei clienti, i poliziotti hanno riscontrato anche l’assenza dei cartelli relativi al divieto di fumo all’interno del locale e di quelli riportanti l’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande e le relative tariffe.

LEGGI ANCHE: L’estate è la stagione delle zecche: informazioni e consigli utili

Infine, risultava mancante anche il cartello con l’indicazione dell’orario di apertura dell’attività, in violazione delle leggi regionali che ne impongono la presenza all’ingresso del locale. Al termine degli accertamenti, al gestore dell’esercizio pubblico sono state elevate le relative sanzioni amministrative per un ammontare pari a 1.756 euro.

I controlli amministrativi dei poliziotti della Sezione Autorizzazioni di Polizia e Attività di controllo della Divisione P.A.S.I proseguiranno anche nel corso delle prossime settimane.

LEGGI ANCHE: Omicidio a Lazise, vittima un uomo di 67 anni