Rupiani (AMT): «L’opera filobus è vivissima»

Il presidente della municipalizzata, Alessandro Rupiani, intervenuto questa mattina ai microfoni di Daily, ha ricordato l'incontro tecnico che si è tenuto al Ministero dei Trasporti lo scorso 23 giugno che testimonia la volontà di proseguire col progetto.

«Per me l’opera filobus è vivissima, dobbiamo soltanto lavorare in serenità, con la giusta attenzione con la buona volontà da parte di tutti». Così Alessandro Rupiani presidente di AMT, azienda municipalizzata del Comune di Verona che lo stesso comune ha investito del ruolo di interlocutore diretto con il Ministero dei Trasporti per l’esecuzione del filobus a Verona, intervenuto questa mattina ai nostri micorfoni.

Proprio al Ministero, così come comunicato dal sindaco Federico Sboarina durante il consiglio comunale che si è tenuto ieri sera a Palazzo Barbieri, il 23 giugno scorso si è svolto un incontro tecnico per portare avanti il progetto dopo le criticità riscontrate nei mesi scorsi e a seguito anche dei rallentamenti dovuti all’emergenza Covid.

Leggi anche: Filobus, chiusi i cantieri. Sboarina: «Scadenza rispettata»

«Abbiamo ricominciato finalmente le interlocuzioni con tutte le parti in causa, c’è stato un incontro importante al Ministero nel quale abbiamo presentato a grandi linee quelle che sono le migliorie che ci aspettiamo per la città e che vogliamo mettere in atto. – spiega il presidente Rupiani, subentrato lo scorso marzo a Francesco Barini – Ora si tratta di proseguire attraverso un rinnovato rapporto con tutte le parti coinvolte».

Leggi anche: Presentato il nuovo Cda di Amt. Priorità alla filovia

Certamente non sarà il progetto originario e il presidente Rupiani, in questa fase non può nemmeno sbilanciarsi poiché il dialogo, per ora, è di natura tecnica. Anche per questo motivo il presidente di AMT non ha partecipato all’incontro di Roma, delegando per l’occasione il direttore generale Luciano Marchiori.

«Non sono sceso perché era un tavolo tecnico e ho preferito che la parte politica fosse fuori da questo primo accenno. Naturalmente la parte politica, l’amministrazione, è impegnata e segue in prima persona la varie tappe, ma era giusto che fossero i tecnici a parlarsi».

Nonostante sia per difficile fare previsioni su come procederà l’opera, limitandoci a fare solo delle supposizioni e guardando a esempi virtuosi già messi in atto in altri paese europei, quello che garantisce il presidente Rupiani è che la nuova soluzione per questa opera attesa da decenni andrà sicuramente nella direzione di una mobilità sostenibile, anche ambientale, e attenta alle dinamiche più moderne del trasporto pubblico.

Sindaco Sboarina e presidente di AMT Rupiani in via Fedeli
Sindaco Sboarina e presidente di AMT Rupiani in via Fedeli

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM