Rubavano nelle auto in sosta, denunciati due giovani

Sono stati denunciati a piede libero per tentato furto aggravato in concorso continuato i due giovani veronesi beccati dai carabinieri venerdì sera mentre stavano svaligiando le auto in sosta in via Bodoni.

Foto d'archivio.

Nella notte tra venerdì e sabato diverse telefonate sono giunte al 112 da parte di cittadini che, affacciati al proprio balcone per hanno notato e subito segnalato qualcosa di strano.

Per la precisione in via Bodoni una signora, affacciandosi alla finestra, ha notato un gruppo di giovani rovistare nella sua auto: uno dei ragazzi le sembrava si fosse addirittura nascosto all’interno dell’abitacolo, avendo percepito l’arrivo dei militari dell’Arma che, immediatamente avvisati, in pochi secondi hanno raggiunto il civico. E difatti i carabinieri, già nel percorso condotto per raggiungere il luogo dell’intervento, avevano notato diverse auto che, lungo quella strada, risultavano aperte o addirittura con i fari accesi.

Così, raggiunto il gruppo segnalato, si è potuto effettivamente riscontrare quanto segnalato: ben tre autovetture erano state aperte, il loro interno rovistato, e da ciascuna auto era stato asportato qualcosa che poi i militari avrebbero poco dopo rinvenuto sui due giovani identificati e denunciati a piede libero.

I ragazzi deferiti in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso continuato sono due giovanissimi veronesi, classe 2002 e 2003, che hanno fino alla fine provato ad occultare quanto rubato e a nascondersi nelle auto aperte per non farsi beccare dai carabinieri. Uno dei due, trovato in possesso di ben due coltellini “utili” per aprire le auto in sosta, è stato denunciato anche per il possesso di oggetti atti ad offendere.