Roghi rifiuti a Roma, Raggi chiede l’intervento dell’esercito

Roghi rifiuti Roma

Dopo ultimo rogo, la sindaca ha incontrato il prefetto. C’è anche la prospettiva di uno stop per due impianti.

Dopo l’ultimo rogo che ha interessato il tmb (trattamento meccanico-biologico) Ama di Rocca Cencia, la sindaca di Roma Virginia Raggi chiede l’esercito a presidio dei «siti che trattano e smaltiscono i rifiuti di Roma». Lo ha annunciato Raggi dopo un incontro in Prefettura sul tema.

«Per la sicurezza di questi siti ho chiesto al ministro dell’Ambiente, della Difesa, dell’Interno, dell’ Economia e al Prefetto un rafforzamento della vigilanza anche tramite l’esercito. Non vorremmo che questi incidenti fossero ricorrenti», ha detto. «C’è la massima collaborazione con il prefetto per quanto riguarda la situazione dei Tmb. Ci sono approfondimenti in corso».

Con il prefetto è stato anche affrontato il tema del rischio che i due impianti di trattamento meccanico biologico di proprietà del privato Colari (che operano a servizio di Roma, ndr) siano soggetti ad un fermo di tre mesi per lavori di manutenzione straordinaria. Lo spettro, se questa ipotesi si concretizzasse, è la compromissione del servizio di raccolta e trattamento dei rifiuti di Roma. (Ansa)