Ritrovate le giacche della Croce Verde, non gli effetti personali

I giubbini arancioni appartenenti a due volontarie in servizio erano stati rubati al padiglione 13 del Polo Confortini. Il responsabile Michele Viscione: «Ci vuole un bel coraggio».

Volontari della Croce Verde

Definire sciacalli coloro che hanno compiuto un gesto così, in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, è un eufemismo. Questo pomeriggio aveva provocato diverse reazioni la notizia data sulla pagina Facebook della Croce Verde di Verona in cui veniva comunicato che a due volontarie erano state rubate le giacche al padiglione 13 del Polo Confortini in Borgo Trento.

All’interno cellulari ed effetti personali. Dopo qualche ora i giubbini sono stati ritrovati, il resto no.

«Certo ci vuole un grande coraggio a rubare la giacca a dei volontari della Croce Verde con dentro i cellulari, mentre sono in servizio Coronavirus» ha commentato Michele Viscione, volontario da 40 anni e responsabile della sede di via Polveriera Vecchia, in Borgo Roma.

‼️ i giubbini sono stati ritrovati, i cellulari ed altri effetti personali ovviamente no. Temevano che qualcuno …

Posted by Croce Verde Verona on Sunday, March 29, 2020