Ritardo vaccini. Pasetto: «C’è una soluzione in Veneto, la Regione dia l’ok»

Il presidente di Area Liberal Giorgio Pasetto invita la Regione Veneto a valutare l'evoluzione del vaccino prodotto in via sperimentale dalla padovana Fidia.

Giorgio Pasetto
Giorgio Pasetto, Area Liberal.

«I vaccini dovrebbero essere come l’acqua, un bene disponibile che non segue le leggi di mercato. Invece, dietro alla grave diminuzione delle forniture, non è difficile scorgere già l’ombra della speculazione.». Così Giorgio Pasetto, presidente di Area Libera che interviene sulla questione dei ritardi delle forniture dei vaccini da parte di Pfizer e non solo.

«Voci che arrivano dall’estero farebbero pensare che sia un problema di mercato, che quindi potrebbe portare ad un rialzo dei prezzi da pagare da parte dello Stato. – prosegue Pasetto – Sappiamo che la soluzione c’è, ed è nel territorio Veneto. Fidia ha affermato di essere pronta alla produzione di vaccini per conto di Pfizer nel suo stabilimento di Abano Terme. Basta che qualcuno dia il via libera».

«Cosa aspetta le Regione, a farsi promotrice di un accordo? Va aperta una trattativa, su iniziativa della nostra regione, affinché lo Stato garantisca un contratto di produzione immediato. Per una volta, il Governo regionale ci renda protagonisti di un’iniziativa positiva. – conclude il presidente di Area Liberal – Non rimaniamo immobili per l’ennesima volta, quando la soluzione alle necessità non solo nostre, ma di tutto il Paese, l’abbiamo qui in casa. E non nascondiamoci davanti alla lezione, chiara e forte, che ci viene data: l’egoismo di singoli Paesi sta facendo emergere a livello mondiale che il sovranismo è la strada sbagliata».