Rigenera: come dare nuova vita agli arredi scolastici

L’iniziativa prevede la pubblicazione da parte della Provincia di Verona di un nuovo bando nell’ambito del progetto “Rigenera”, avviato nel 2018, dedicato al recupero degli arredi scolastici. In tutto si parla di 275mila euro, che si vanno ad aggiungere ai 180mila già investiti nel 2018.

Sono stati presentati ieri, venerdì 11 giugno, nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, i primi risultati e gli sviluppi del progetto sperimentale Rigenera, promosso dalla Provincia di Verona e dedicato al recupero di migliaia di elementi degli arredi scolastici delle scuole secondarie di secondo grado del territorio scaligero. Sono intervenuti David Di Michele, Vicepresidente della Provincia con delega all’Edilizia Scolastica, ed Elena Donazzan, Assessore all’Istruzione della Regione del Veneto

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ambiente, contenimento della spesa e sicurezza in classe: sono questi gli obiettivi del rifinanziamento programmato quest’anno dalla Provincia per il progetto dedicato agli arredi scolastici. In tutto si parla di 275mila euro, che si vanno ad aggiungere ai 180mila già investiti nel 2018. Del nuovo fondo, 210mila euro saranno destinati (spalmati in tre anni) al recupero di banchi e sedie, mentre i restanti 65mila ai tendaggi delle scuole secondarie di secondo grado. Verranno così rigenerate le tende esistenti, in particolare veneziane, attraverso la sostituzione di singoli elementi soggetti a usura e interventi migliorativi per ottenere le certificazioni relative alla sicurezza con dispositivi di protezione da incendi o incidenti.

Ad oggi, il progetto Rigenera ha permesso alla Provincia di recuperare, dal 2018, 1182 banchi e 1328 sedute, per un totale di oltre 2500 pezzi. Il risparmio stimato, rispetto all’acquisto di materiale nuovo, è pari al 25%

«A fronte di un impegno totale di 455mila euro, i vantaggi sono molteplici – ha sottolineato il Vicepresidente David Di Michele –. Innanzitutto abbattiamo sia i costi che la quantità di arredi vetusti, altrimenti diretti in discarica. Poi operiamo nell’ambito della cosiddetta economia circolare, per contenere l’impatto che anche gli edifici scolastici, come ogni altra attività umana, possono avere sull’ambiente. Inoltre il progetto si sviluppa nelle aule, trasformandosi così in un messaggio concreto agli studenti sull’importanza del fattore ambientale nelle nostre scelte quotidiane: ogni banco infatti presenta un’etichetta che comunica all’alunno la sostenibilità del recupero. Infine, ricordo che la rigenerazione che abbiamo pianificato permette di ottenere i certificati necessari a garantire una maggiore sicurezza degli arredi e negli spazi scolastici».

«Ritengo che questo progetto della Provincia di Verona possa e debba essere mutuato dalla Regione per il resto del territorio veneto – ha sottolineato l’Assessore regionale Donazzan -. L’iniziativa offre una comunicazione sociale ai giovani, sul valore del bene pubblico. È inoltre un segnale dell’attenzione al tessuto produttivo locale che, nella massima trasparenza e correttezza, può occuparsi della rigenerazione. ‘Rigenera’ rappresenta un modo intelligente di gestire ed investire le risorse pubbliche- conclude Donazzan -. Chiederò ai funzionari e agli amministratori della Provincia di formare i colleghi degli altri enti per replicare il progetto in tempi contenuti».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM