Rientra l’allerta Pm10, da domani a Verona possono circolare i diesel Euro 4

Rientra l’allerta da Pm10. Dopo una settimana, Verona torna a livello verde e da domani i diesel euro 4 potranno circolare.

traffico verona
Foto d'archivio

Rientra l’allerta da Pm10. Dopo una settimana, Verona torna a livello verde e da domani i diesel euro 4 potranno circolare.

Il vento delle scorse giornate, infatti, ha disperso le polveri sottili e lo smog. Come comunicato oggi dall’Arpav, nel consueto bollettino sulla qualità dell’aria, ieri la stazione fissa del Giarol Grande registrava 19 µg/m3 (quando il valore limite giornaliero per legge è fissato a 50 microgrammi/metro cubo).

La dispersione degli inquinanti e le condizioni meteorologiche favorevoli previste per i prossimi giorni permettono così di far rientrare l’allerta, a Verona ma anche nel resto del Veneto. Le politiche per il miglioramento della qualità dell’aria, infatti, sono decise nell’ambito dell’Accordo di Bacino Padano, in maniera coordinata e congiunta.

Già nella giornata di sabato si era osservata una prima netta diminuzione delle concentrazioni di Pm10, che erano scese a 52 µg/m3. Con il protrarsi delle condizioni dispersive, ieri si è assistito ad un calo netto delle polveri. Il vero cambiamento dovrebbe arrivare il prossimo weekend. Secondo quanto riferito dall’Arpav «per avere condizioni favorevoli alla diminuzione degli inquinanti in atmosfera, si dovrà aspettare fino a venerdì o sabato, quando è atteso l’arrivo di una saccatura atlantica con modeste precipitazioni e rinforzi dei venti orientali».

«Verona torna verde e la concentrazione di inquinanti si è abbassata in questo fine settimana» dice l’assessora all’Ambiente Ilaria Segala. «Come sempre la qualità dell’aria è determinata dalla combinazione di due fattori: il meteo e le azioni di mitigazione. Ma mentre sul secondo fronte siamo da tempo impegnati in investimenti e opere strutturali, per quanto riguarda le condizioni meteorologiche è una variabile indipendente. Tutto questo dimostra quanto sia importante continuare sulla strada intrapresa della nuova mobilità e dei comportamenti virtuosi dei cittadini, come Comune continueremo in ogni iniziativa e azione utile a garantire la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali».

LEGGI LE ULTIME NEWS

L’analisi di Arpav

Grazie alla ventilazione sostenuta dai quadranti orientali che ha interessato il Veneto tra la mattina di sabato e la prima metà di domenica, si è assistito ad un netto ricambio delle masse d’aria, che ha messo fine al lungo episodio di stagnazione e di accumulo degli inquinanti nei bassi strati di atmosfera che, con alcune eccezioni, perdurava da quasi due settimane sul Veneto.

Già nella giornata di sabato si era osservata una prima netta diminuzione delle concentrazioni di PM10, che era rimasta poco al di sopra dei 50 µg/m3 (microgrammi metro cubo) in molte centraline (limite giornaliero). Con il protrarsi delle condizioni dispersive, nella giornata di ieri si è assistito ad un ulteriore calo delle concentrazioni in tutta la regione, sino a valori significativamente più bassi del valore limite giornaliero e generalmente compresi entro i 25 µg/m3.

A partire da oggi lunedì 1 marzo si riaffermano sulla regione condizioni anticicloniche, con tempo stabile, ben soleggiato e senza precipitazioni. I venti risultano notevolmente attenuati rispetto ai giorni scorsi, salvo moderati rinforzi nella notte tra oggi e domani soprattutto in prossimità della costa. Pertanto le condizioni saranno meno dispersive rispetto a sabato e domenica e le concentrazioni di PM10 tenderanno progressivamente ad accumularsi.

Un fattore favorevole ad una parziale dispersione durante il giorno sarà il rimescolamento termo-convettivo innescato dal buon soleggiamento, che rallenterà l’aumento delle concentrazioni di polveri sottili. Per avere condizioni favorevoli alla diminuzione degli inquinanti in atmosfera, si dovrà aspettare fino a venerdì o sabato, quando è atteso l’arrivo di una saccatura atlantica con modeste precipitazioni e rinforzi dei venti orientali.

Da domani, 2 marzo 2021, tenendo conto anche della presenza del rimescolamento diurno che in parte conterrà l’accumulo delle concentrazioni di polveri nelle giornate di oggi e domani, sarà in vigore il livello di allerta 0 per il particolato PM10 (colore verde) in tutto il Veneto.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM