Restrizioni traffico al Brennero, Borchia: «Pazienza finita»

L'europarlamentare veronese della Lega Paolo Borchia riporta l'attenzione sulle limitazioni di traffico al Brennero imposte dal governo tirolese: «Necessario che il prossimo governo mostri i muscoli».

Paolo Borchia
Paolo Borchia

«Totale assenza di buonsenso dal Tirolo, inerzia dalla Commissione europea. E a pagare sono sempre gli autotrasportatori e il territorio». Paolo Borchia, europarlamentare veronese della Lega e membro della commissione Trasporti a Bruxelles, ha presentato un’ulteriore interrogazione sulle restrizioni poste dal governo tirolese alla circolazione al Brennero.

«La Commissione ha concluso l’iter di esame descritto nella risposta alla precedente interrogazione?» incalza Borchia nell’interpellanza. «È ormai vecchia di due anni la risposta fornita dal Commissario Breton sull’irregolarità dei divieti alla circolazione pesante imposti dall’Austria. Ma, dopo tre anni di solleciti, Bruxelles riesce solo a temporeggiare: a farne le spese sono gli operatori del trasporto e le imprese del Nord-Est, già duramente messi alla prova dalla sequenza di problematiche verificatesi negli ultimi due anni».

Borchia si rivolge idealmente al prossimo inquilino di Palazzo Chigi: «Necessario che il prossimo governo, preferibilmente di centrodestra, mostri i muscoli per superare questo stallo, la fiducia nella Commissione europea sta iniziando a venir meno».

LEGGI ANCHE: Blocco Euro 4 regionale, ecco le deroghe a Verona

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv