Parità salariale tra uomo-donna, in Veneto è legge

È stata approvata all’unanimità in Consiglio regionale la legge per favorire pari trattamento economico fra uomini e donne.

imprenditoria femminile formazione apindustria parità salariale veneto

Parità salariale tra uomo-donna, in Veneto è legge

È stata approvata dalla Regione Veneto la legge per favorire pari trattamento economico fra uomini e donne. L’approvazione è avvenuta all’unanimità in Consiglio regionale, e mira a sostenere l’occupazione femminile.

La legge

Come riporta l’Ansa, la nuova legge regionale stanzia centomila euro come premio per le aziende che aiutano e favoriscono il lavoro e la carriera delle donne. Premierà inoltre le campagne e azioni pubbliche a sostegno dell’occupazione femminile.

Il Registro delle imprese virtuose

La Regione dovrà poi istituire il Registro delle imprese virtuose in materia retributiva di genere. Qui potranno iscriversi imprese e liberi professionisti che rendano trasparenti alcuni dati. Tra essi l’occupazione, l’inquadramento, la retribuzione e la formazione dei propri dipendenti. Gli iscritti dovranno inoltre esplicitare gli interventi attuati per ridurre il divario di genere, tutelare la maternità e contrastare abbandoni, part time involontari e dimissioni in bianco. Il Registro dovrà infine palesare tutte le azioni messe in campo dall’azienda per prevenire e contrastare molestie sui luoghi di lavoro.

L’iscrizione al Registro consentirà alle imprese di accedere ad agevolazioni e benefici economici. Specifici benefici economici saranno previsti per le aziende che assumono donne vittime di violenza o della tratta.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Luca Zaia: «Un segnale di civiltà»

«Dal Veneto è partito un segnale dì civiltà e di attenzione per evitare ogni forma di discriminazione. La parità tra uomo e donna non deve essere materia di discussione ma di atti concreti, e questo lo è», afferma Zaia.

«In Veneto molte grandi donne»

Zaia prosegue: «Molte grandi donne sono salite alla ribalta della vita sociale, culturale, economica e sanitaria del Veneto. Mi auguro davvero che, anche grazie a questo intervento legislativo, questo fenomeno possa ampliarsi».

«Ritengo – conclude Zaia – che il registro per le imprese virtuose sia uno strumento utile e significativo, anche per sostenere la crescita del pianeta donna nelle imprese. Il registro aiuterà il lavoro delle donne e le loro carriere, alle quali verranno riservati dei contributi».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv