Open day prevenzione al femminile, mercoledì a Verona visite gratuite

Mercoledì 19 giugno, AOUI Verona promuove iniziative gratuite con lo scopo di preservare la salute della donna. Per poter fruire dei servizi, sarà necessaria la prenotazione per la specialità desiderata. L'iniziativa è organizzata da Fondazione Onda.

visita salute donna dottoressa infermiera medico
Foto d'archivio

In occasione della prossima edizione dell’Open Day Prevenzione al Femminile di Fondazione Onda, che si terrà mercoledì 19 giugno, AOUI Verona promuove iniziative gratuite con lo scopo di preservare la salute della donna. Per poter fruire dei servizi, sarà necessaria la prenotazione per la specialità desiderata. Tutti i numeri e le mail al link https://www.aovr.veneto.it/home. 

LEGGI LE ULTIME NEWS

Presso l’ospedale di Borgo Trento l’Uoc di Dermatologia offre visite sulla prevenzione delle malattie cutanee, l’Uoc di Ostetricia e Ginecologia esegue visite ed ecografie ginecologiche con colloqui informativi e l’Uoc Radiologia svolge visite specialistiche con ecografia mammaria.

Un’attenzione particolare sarà volta alla salute mentale con consulenze psicologiche e colloqui psichiatrici anche online svolti dalle Usd di Psicologia clinica di Borgo Trento e Borgo Roma e dalla Uoc di Psichiatria B. 

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua

L’obiettivo della giornata è quello di sensibilizzare la popolazione femminile a una corretta prevenzione primaria e secondaria in tutte le fasi della vita, in relazione alle modificazioni ormonali che le accompagnano. 

Fondazione Onda dal 2007 attribuisce agli ospedali che erogano servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili il riconoscimento del Bollino Rosa, l’AOUI di Verona ne possiede tre, il massimo attribuibile. Il network, in fase di rinnovo, è attualmente composto da 354 ospedali dislocati sul territorio nazionale, e sostiene Fondazione Onda nel promuovere, anche all’interno degli ospedali, un approccio “di genere” nella definizione e nella programmazione strategica dei servizi clinico-assistenziali, indispensabile per garantire il diritto alla salute non solo delle donne ma anche degli uomini.

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato