Occhipinti lancia la propria candidatura per la “Verona del domani”

Nel presentare la propria candidatura al consiglio comunale, il presidente uscente della Prima Circoscrizione di Verona Giuliano Occhipinti (Verona Domani-Coraggio Italia) lancia idee e proposte per migliorare la città.

Presentazione candidatura Giuliano Occhipinti - Verona Domani-Coraggio Italia
Presentazione candidatura Giuliano Occhipinti con Verona Domani-Coraggio Italia

Giuliano Occhipinti, presidente uscente della Circoscrizione Centro Storico di Verona ed esponente di Coraggio Italia (il partito del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro) questa mattina alla Bottiglieria Corsini ha presentato la propria candidatura al consiglio comunale, nella lista Verona Domani-Coraggio Italia a sostegno di Federico Sboarina. Presenti anche le due candidate al consiglio comunale in abbinata, Chiara Galice e Sandra Zangiacomi.

Ospite di Giuliano Occhipinti l’architetto Giacomo Dal Ben, dello studio Renoffio, che ha realizzato le tavole di presentazione della “Verona del domani“: sono stati presentati dei progetti che prevedono nuova vita, viabilità ridisegnata e riqualificazione di alcune zone della prima Circoscrizione.

«Il Covid negli ultimi due anni ci ha tolto la possibilità di socializzare, di mantenere rapporti umani, di vivere le nostre relazioni – ha detto Occhipinti – l’idea di ridisegnare alcune zone della Circoscrizione di cui ho avuto l’onore e il piacere di essere presidente, favorendo l’aggregazione e nel contempo migliorando la vivibilità, dando spazio al pedone, ottimizzando la viabilità».

«Abbiamo analizzato il flusso veicolare del rione di Santo Stefano, e considerando i possibili effetti del prolungamento della ZTL, è stata ipotizzata la creazione di una piazza davanti alla funicolare, che oggi manca, con un percorso pedonale che arrivi fino al sagrato di Santo Stefano. Cambia il senso di circolazione di alcune vie interne al rione in modo da ridurre il traffico veicolare diretto a nord. È stata ridisegnata anche la viabilità di breccia San Giorgio, creando uno sdoppiamento delle corsie in uscita, e della rotonda di San Giorgio».

«Propongo, inoltre, di rivedere completamente via dell’Artigliere, viale Università e via San Francesco, riducendo il traffico veicolare, aumentando i parcheggi, ma soprattutto, dando molto più spazio al pedone e quindi agli studenti che potranno, non solo socializzare più facilmente all’aperto, magari seduti su una panchina sotto un albero, ma anche spostarsi in totale sicurezza tra la facoltà, la biblioteca, e tutti gli altri spazi universitari».

Presentazione candidatura Giuliano Occhipinti con Verona Domani-Coraggio Italia
Presentazione candidatura Giuliano Occhipinti con Verona Domani-Coraggio Italia

«Propongo di pedonalizzare una parte di vicolo San Zeno in Oratorio, davanti alla chiesa di San Zenetto, per creare una zona di aggregazione e valorizzazione della bellissima chiesa. Infine, ho proposto di riqualificare le mura Gallieno, riportando alla luce la base delle mura stesse, illuminandole, e ridisegnando tutta la zona attorno, con un’aiuola che tuteli gli unici due pini marittimi della prima Circoscrizione, che permetta loro di crescere senza danneggiare la pavimentazione».

«Grande attenzione alle circoscrizioni – prosegue Occhipinti – con una proposta di redistribuire le competenze, snellire alcune pratiche burocratiche, dando loro più potere decisionale nei confronti del Comune e non soltanto pareri non vincolanti, potenziamento degli uffici amministrativi. Inoltre, all’interno di ogni sede di Circoscrizione, un punto di incontro AMIA per i cittadini, per facilitare le comunicazioni, le segnalazioni e le proposte».

Grande attenzione alla sicurezza stradale, tema sentito dal candidato di Coraggio Italia-Verona Domani a sostegno di Sboarina: «Tantissimi progetti per la sicurezza dei ragazzi, perché è sacrosanto il loro diritto al divertimento ma, molto più importante, il loro ritorno a casa in sicurezza. Abbiamo preparato 2 campagne di prevenzione, con la proposta di inserire 2 linee bus notturne per collegare le zone di maggior frequentazione dei ragazzi, protocollo d’intesa tra amministrazione comunale e associazioni di categoria di Taxi e NCC, individuazione di zone strategiche e funzionali per facilitare i servizi navetta. Inoltre, voglio potenziare e migliorare il dialogo tra il Comune e le attività serali/notturne attraverso una commissione dedicata partecipata da un rappresentante del Comune, rappresentanti di categoria delle attività commerciali (bar, ristoranti, sale da ballo), forze dell’ordine e rappresentanti del trasporto locale. I soggetti coinvolti potranno dialogare inoltre attraverso una chat che permette loro di comunicare in tempo reale problemi e soluzioni (prendendo spunto dal controllo di vicinato). Propongo di istituire il DASPO anche per i fruitori di locali come bar, discoteche, pub e ristoranti che si sono resi responsabili di denuncia da parte delle forze dell’ordine per risse, violenza, spaccio di stupefacenti”.

Guarda l’intervista su Radio Adige Tv


«Ho potuto constatare che il detto “dopo il verbo Amare, il verbo Aiutare è il più bello del mondo” corrisponda a verità» ha fatto sapere Sandra Zangiacomi con una nota (assente per malattia). «Negli ultimi due anni, causa pandemia, è quello che ho fatto giorno dopo giorno, per dare assistenza a tutte le persone che ne avevano bisogno, stimolandole a reagire e a ritrovare uno scopo di vita. Ho deciso di candidarmi in Verona Domani per poter avere la possibilità di parlare più ad alta voce del Volontariato, perché opera in profondità dove le Istituzioni non arrivano. C’è davvero tanto bisogno di ascoltare le persone, gli anziani, che non hanno più un’assistenza sanitaria adeguata alle loro mutate e reali necessità, e i giovani, che hanno perso il senso della convivenza e della condivisione. Vorrei puntare maggiormente sull’assistenza domiciliare, coinvolgendo nuovi medici».

Chiude l’avvocato Chiara Galice: «Mi candido in Verona Domani con l’esperienza ultraventennale di avvocato e di mamma di due adolescenti. Intendo attenermi a professionalità, onestà e trasparenza. Vorrei una Verona più innovativa e internazionale in sinergia con Confindustria, Università, Sistema Sanitario, Ordini professionali e circuito culturale».

«Particolare attenzione necessitano giovani, disabili, anziani e donne, con iniziative che coinvolgono privati, associazioni di volontariato ed enti territoriali. La mia candidatura è espressione di donne della mia età, che vogliono collaborare per il bene comune della nostra città» conclude Galice.

Hanno partecipato alla conferenza stampa anche i 12 candidati nelle circoscrizioni che fanno parte dello staff di Giuliano Occhipinti: Alvise Turco (già 1^ circoscrizione), Sandra Natale (1^ Circoscrizione), Vincenza Fiengo (già 1^ Circoscrizione), Valentina Pomari (1^ e 2^ circoscrizione), Nicola Demegni (1^ e 2^ circoscrizione), Paolo Cengiarotti (2^ circoscrizione), Sabrina Polverigiani (2^ e 3^ circoscrizione), Federico Vantini (2^ circoscrizione), Carlo Innocenzi (3^ e 6^ circoscrizione), Luca Drezza (4^ e 5^ circoscrizione), Giovanni Butturini (6^ e 7^ circoscrizione) e Alice Martini (6^ circoscrizione).

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv