Non vogliono dargli da bere. 29enne chiama carabinieri e viene arrestato

Prima ha chiamato i carabinieri perchè nel bar in cui si era recato non volevano più dargli da bere. Poi una volta arrivati i militari ha cercato di sottrarsi all’identificazione. A finire in manette un 29enne bosniaco pregiudicato.

Ha chiamato le forze dell’ordine perchè il titolare del bar non voleva più servirgli da bere. Ad allertare il pronto intervento dell’Arma è un ventinovenne della Bosnia Erzegovina, pregiudicato, che, fuori dal bar Nuovo in via Gaspare del Carretto, si lamentava dei gestori che non volevano dargli da bere perchè, a loro avviso, ubriaco.

Una volta giunti sul posto i carabinieri hanno trovato l’uomo barcollante, incapace di parlare, e soprattutto estremamente irascibile. Difatti, alla richiesta di esibire i documenti, ha iniziato ad inveire contro i militari, “ricordando” loro che sarebbero altre le persone da identificare.

Così, non ricevendo alcun tipo di documento identificativo, gli uomini dell’Arma hanno deciso di portare il soggetto in caserma per procedere all’identificazione: è in quel momento che è esplosa la furia dell’uomo, il quale ha iniziato a prendere a calci e pugni i carabinieri, l’auto di servizio, e ha poi provato a scappare. I militari sono quindi riusciti a bloccarlo e condurlo, in stato di arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento di mezzo militare, in caserma. Stamattina la direttissima ha convalidato l’arresto e sono stati richiesti i termini a difesa. Il processo è stato rinviato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.