Inaugurate questa mattina all’Elibase del 118 in lungadige Attiraglio tre nuove automediche in dotazione al Suem 118 per l’utilizzo sul territorio del Comune di Verona come mezzi di soccorso avanzato. Si tratta di auto con medico e infermiere a bordo, che intervengono nelle situazioni di maggiore criticità.

I mezzi, grazie all’investimento dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, circa 70mila euro per auto, saranno operativi dodici ore al giorno, il primo dalle 8 alle 20 con base alla Centrale operativa del 118 al Policlinico G.B. Rossi, il secondo come back-up per l’elisoccorso nei casi in cui l’elicottero non dovesse essere operativo per problemi meteo o tecnici e il terzo come sostituto degli altri due, per poter garantire lo svolgimento delle manutenzioni programmate.

I veicoli sono equipaggiati con i più moderni sistemi di sicurezza per garantire la massima affidabilità all’equipaggio a bordo e agli altri utenti della strada. Tutte hanno un radar per pedoni e altri mezzi, anche sulle corsie parallele, oltre a dash cam che registra tutto ciò che vede da quando l’auto viene avviata e registratore ambientale nell’abitacolo.

Presenti questa mattina i vertici dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, con il direttore Francesco Cobello, oltre alle istituzioni pubbliche, con rappresentanti del Comune e della Provincia, e di tutti gli enti coinvolti nel garantire sicurezza e salute ai cittadini.

Le auto del Suem sono sottoposte a notevole “stress”. L’auto dismessa, sostituita dai nuovi mezzi, ha percorso 170mila chilometri negli ultimi 5 anni. Nel 2018 conta 1600 missioni di soccorso.

Il direttore del Suem 118 di Verona Adriano Valerio, dà appuntamento a tutti i cittadini per domenica 27 ottobre all’Elibase del 118 in lungadige Attiraglio 51 per una giornata di “porte aperte”. Si potranno vedere da vicino i nuovi veicoli e toccare con mano i mezzi del Suem di Verona, compreso l’elicottero.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.