Era l’ultima serata, e anche quest’anno, tutto si stava concludendo al meglio, con presenze da record. Ma dopo i fuochi d’artificio, che segnano la fine della Festa a Santa Viola, lunedì sera, qualcosa è andato storto. Alle 2 tutto il campo viene fatto sgomberare dagli uomini della sicurezza; un gruppetto di ragazzi appena maggiorenni cominciano a dare i numeri e rompono una panca. Così si mettono d’accordo con il comitato che organizza la Festa, per ripagare il danno. Gli uomini della sicurezza stavano quindi tornando in sede a San Martino Buon Albergo, quando il titolare della B&D Agency, che gestisce la sicurezza alla festa, viene richiamato sul posto in quanto i ragazzi che avevano rotto la panca erano tornati per rivendicare i soldi. Non era passata neanche un’ora, ma i ragazzi avevano cambiato idea.
L’episodio è emerso oggi sul quotidiano L’Arena, che ha ripreso la testimonianza della madre di uno dei ragazzi coinvolti. La donna ha preso subito le parti del figlio.
«In dieci anni di collaborazione, non c’è mai stato alcun problema con l’azienda», spiega il presidente del Comitato Promozione di Azzago Leonardo Belloni che organizza la festa a Santa Viola. «Forse, conclude il presidente, i ragazzi non erano abbastanza lucidi per capire cosa stavano facendo.»