L’ESU di Verona cerca una nuova casa per gli studenti

Il bando uscito a fine luglio sul sito dell’Azienda Regionale che si occupa di servizi agli studenti, riguarda la manifestazione di interesse per l’acquisto di un nuovo immobile.

esu verona

L’Esu di Verona cerca casa. Potrebbe essere questo lo slogan del bando uscito a fine luglio sul sito dell’Azienda Regionale che si occupa di servizi agli studenti, ma per casa si intendono nuove residenze da adibire a posti letto per studenti.

«Ogni anno ci rendiamo conto di quanto le richieste da parte degli studenti siano sempre maggiori rispetto all’offerta che siamo in grado di fornire come azienda – afferma la Presidente Francesca Zivelonghi – per cui nonostante i 423 posti letto messi a disposizione purtroppo spesso molti studenti devono rivolgersi al mercato privato. Poiché la funzione principale dell’ente che rappresento è quella di fornire servizi essenziali agli studenti – continua Zivelonghi – ho sottoposto al CdA la proposta di redigere una manifestazione di interesse dedicata a chiunque, privati ed enti pubblici, vogliano mettere a disposizione un proprio immobile per questo scopo. L’intento ovviamente da parte nostra è quello di procedere con un’acquisizione».

Il bando, che scade il 6 settembre alle ore 12, prevede che oggetto della proposta possano essere sia immobili da ristrutturare che di nuova costruzione, che distino massimo 700 metri in linea d’aria dalla sede ESU in via dell’Artigliere 9 a Verona, che abbiano uso abitativo e che siano dimensionati in modo da coprire il fabbisogno di almeno 50-60 posti letto.

«In totale trasparenza – conclude la Presidente – vogliamo chiudere un’operazione che sono certa darà risposte importanti alle richieste dei nostri ragazzi e lasciare un segno tangibile del nostro impegno a favore della comunità studentesca».