Intossicazione da funghi tra i Comboniani

Risotto ai funghi avvelena 17 confratelli fra i Comboniani di Verona, anche il direttore del giornale 'Nigrizia'.

Automedica Suem 118 soccorso verona caduta ferito grave bardolino
Foto d'archivio.

Diciassette persone sono rimaste intossicate da funghi oggi pomeriggio, all’interno della Casa generale dei Padri Comboniani, a Verona.

L’allarme al 118 è scattato intorno alle 15.30, quando sono stati accusati i primi malori, dovuti ai funghi presenti nel pasto consumato. Secondo quanto si è appreso, sarebbero stati regalati da un confratello e utilizzati dalle cuoche della mensa comboniana per cucinare un risotto.

I sanitari sono intervenuti con cinque ambulanze, un’automedica e un furgone dei Vigili del fuoco per trasportare le persone intossicate negli ospedali di Borgo Trento, Borgo Roma, Negrar e Villafranca. Quattro sono state trattenute per accertamenti.

Tra gli intossicati anche il direttore di Nigrizia, padre Efrem Tresoldi, che ha accusato i primi sintomi dopo essere salito sul treno diretto a Roma per la chiusura del Sinodo sull’Amazzonia. (Ansa)