Si è svegliato dal coma in questi giorni Vasile, il senzatetto che la mattina dello scorso 8 luglio era stato picchiato selvaggiamente in stazione a Villafranca. Il volto rovinato dai calci e dai pugni, gli arti inferiori bruciati, con ustioni di II e III grado. Quella mattina verso le 7 l’uomo era stato trasportato d’urgenza a Borgo Trento nel reparto di Rianimazione, poi era stato trasferito nel reparto di Terapia Intensiva. Ora però il peggio sembrerebbe essere passato, e quantomeno il 42enne ha ripreso conoscenza. Si prospetta quindi per la prima volta la possibilità per gli inquirenti di ascoltare la versione dei fatti della vittima dell’aggressione, che potrebbe dare una svolta alle indagini. Stando alle testimonianze dei tre arrestati per il pestaggio di Vasile, alla base della vicenda ci sarebbe un litigio scatenato forse da una sigaretta negata, ma il tutto andrà verificato con quanto verrà testimoniato dalla vittima.  Al momento restano comunque in carcere i tre uomini, due dei quali senza fissa dimora che gravitavano nei pressi della stazione. Per loro le cose ora potrebbero complicarsi.