I pini marittimi di Via Frà Giocondo saranno abbattuti. Non c’è soluzione. Lo dice in una nota Amt che ha dimostrato con una relazione tecnica “come non sia tecnicamente possibile spostare la corsia di ritorno del filobus”, anche perchè questa modifica ritarderebbe i lavori di almeno un anno sul cantiere. Scatta allora la protesta dei comitati e delle associazioni fuori da palazzo Barbieri, che si sono riunite ieri sera per dire con i cartelli che “gli alberi non si toccano”, ma anche che “danneggiarli è segno di inciviltà e regresso”.

Un progetto obsoleto,secondo i comitati che hanno aderito alla protesta, (comitato No al Filobus, il comitato Stadio, Avatar, San Paolo, Opera Filavia, Verona Sud, FrOnda Verde).

“Tutti gli alberi che saranno tolti, verranno sostituiti al più preso, quindi a settembre”, spiega Amt. Una sostituzione che sarà fatta non più con pini marittimi, ma con pioppi di grandi dimensioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.