Gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Verona in mostra a Bergamo

Mostra del visual photographer Emanuele Bresciani con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Verona e Carrara di Bergamo. Inaugurazione sabato 8 febbraio 2020 al Museo d’Arte Contemporanea Donazione Meli ore 18, ingresso libero mercoledì, sabato e domenica, fino al 29 febbraio.

New call-to-action

Sabato 8 febbraio 2020 inaugurazione della Mostra del visual photographer Emanuele Bresciani con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Verona e Carrara di Bergamo. Al Museo d’Arte Contemporanea Donazione Meli, Ex Chiesa di San Bernardino da Siena – Luzzana (Bergamo), dalle ore 18. Ingresso libero mercoledì, sabato e domenica, fino al 29 febbraio.

Fermi immagine rintracciati da ambienti virtuali specifici che, in perfetto stile duchampiano, corrispondono a ready made contemporanei: la scelta del fotogramma perfetto. Il Virtual Photographer Emanuele Bresciani trasferisce su supporto rigido immagini selezionate da noti videogiochi.

Più di sessanta giovani artisti rintracciano tramite Google Street View immagini dimenticate: un’appropriazione di istantanee alla deriva. Curatore della mostra è Bruno Ghislandi.

Il progetto e il coordinamento sono a cura di Agustín Sànchez, docente del corso di Web Design dell’Accademia di Belle Arti di Verona, che ha coinvolto gli studenti: Anna Bonvicini, Claudia Cabassi, Paola Calvarese, Susan Caroline Forestiero, Gabriele Conzato, Chiara Cortelazzo, Sofia Dal Lago, Paolo D’Amato, Paolo D’Aquino, Marco Faes, Angela Franceschi, Andrea Gibertoni, Sara Maccaferri, Andrea Magalini, Eleonora Manzo, Elisa Moretti, Chiara Nicoletti, Emy Ongaro, Sara Paganotto, Filippo Perelli, Leonardo Perlini, Francesco Promenzio, Francesca Pezzo, Alessia Scapini, Kevin Scinicariello, Elisa Turri, Anna Vurchio e Davide Zanandrea.

L’Accademia di Belle Arti di Verona è stata fondata nel 1764 a opera del pittore veronese Giambettino Cignaroli, è una delle più antiche accademie d’Italia e del mondo. Insieme a quelle di Firenze, Perugia, Roma, Bologna e Venezia, l’Accademia di Belle Arti di Verona rappresenta una delle accademie storiche che più hanno inciso negli ultimi due secoli nella cultura artistica italiana ed internazionale.

È un’istituzione del comparto AFAM accreditata presso il M.I.U.R., la cui principale attività è la
formazione terziaria con corsi di diploma di 1° e 2° livello equipollenti alle lauree di 1° e 2° livello dell’Università.

È attualmente frequentata da circa 800 studenti suddivisi in 6 corsi di studio di 1° livello (Decorazione, Pittura e Scultura, afferenti al Dipartimento di Arti Visive; Progettazione artistica per l’impresa, Scenografia e Nuove Tecnologie dell’Arte, all’interno del Dipartimento di Progettazione e Arti applicate), un corso quinquennale a ciclo unico di 2° livello in Restauro (nei due indirizzi di Restauro lapideo e degli affreschi e Restauro dei dipinti su tela e tavola) e 3 corsi di studio biennali di 2° livello (Atelier Direction. Mediazione culturale dell’arte, afferente al Dipartimento di Arti Visive; Italian Strategic Design e Digital effect e virtual set, afferenti a quello di Progettazione e Arti applicate).

L’Accademia dedica particolare attenzione allo sviluppo di tutte le discipline dei suoi corsi formativi per le quali costituisce un punto di riferimento culturale sul territorio locale e su scala nazionale attraverso un intenso programma di iniziative finalizzate alla sperimentazione, alla valorizzazione e alla promozione della ricerca e della produzione dei linguaggi creativi contemporanei.