Clienti pregiudicati, sigilli al Beppe’s bar

Chiuso ieri per 10 giorni il locale di via Gela. Il provvedimento del questore Ivana Petricca si è reso necessario perché, a seguito di numerosi controlli, è emerso che il locale era un luogo di “abituale ritrovo di persone pregiudicate” riscontrando, in occasione di ogni controllo, la presenza all’interno di diversi soggetti con numerosi precedenti penali e di polizia.

Nello specifico, infatti, il sopracitato locale, a seguito di segnalazioni per episodi di degrado urbano di cittadini residenti nelle vie adiacenti, è stato oggetto, nei mesi di giugno, luglio ed agosto, di ben sei controlli da parte di personale della Polizia di Stato, che ha sempre riscontrato la presenza all’interno del bar di numerose persone pregiudicate, per reati contro il patrimonio, reati contro la persona e in tema di sostanza stupefacente.

Inoltre, durante l’estate, personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, ha effettuato numerosi controlli nei confronti del Circolo “Associazione Club Perla Nera”, ubicato a Verona in via Monreale nr.7, durante i quali sono state riscontrate numerose irregolarità amministrative, sia sotto l’aspetto della sorvegliabilità (è fatto divieto ai circoli privati di avere accesso diretto dalla pubblica via), sia sotto il profilo dei requisiti soggettivi (mancanza dei prescritti requisiti morali da parte dell’esercente, in quanto gravato da precedenti di polizia). Il Comune di Verona, ha provveduto, pertanto, ad emettere il 21 agosto, il  provvedimento che, accogliendo la proposta della Questura, ha stabilito il “divieto di prosecuzione delle attività” del sopracitato Circolo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.