Bucano una gomma e cadono in una scarpata, salvati due fratelli

I due, un 29enne e un 31enne di Arzignano, stavano tornando da una festa quando hanno bucato una ruota dell'auto. Uno dei fratelli è quindi scivolato nella scarpata e l'altro si è buttato per soccorrerlo.

roncà fratelli in dirupo (1)

Ieri sera alle 23.10 circa la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per due persone scivolate una quarantina di metri in una scarpata a Roncà.

Al rientro dalla festa di compleanno di uno di loro in un agriturismo del posto, due fratelli, di 31 e 29 anni, di Arzignano (VI), hanno bucato una gomma della macchina. Sono scesi e si sono incamminati lungo la piccola strada in collina, finché uno è scivolato sul ciglio per alcuni metri, cadendo da un salto di una decina e ruzzolando per altri venti. Il fratello, per andare in suo aiuto, è a sua volta caduto lungo la stessa verticale. Gli amici, che li seguivano e avevano assistito alla scena, hanno subito lanciato l’allarme.

Due soccorritori della Stazione speleologica, arrivati prima da località vicine, si sono subito calati per verificare la situazione. Fortunatamente il tappeto di terra smossa e foglie secche nel punto dove erano caduti i ragazzi ne aveva attutito l’urto: uno aveva riportato una ferita sulla testa e lamentava dolori a un piede, l’altro non manifestava apparentemente alcuna conseguenza.

Il momento del recupero di uno dei due fratelli scivolati nella scarpata.

Non appena sono arrivati altri quattro soccorritori, è sceso anche l’infermiere del Soccorso alpino che ha preso tutti i parametri dei due, riferendoli al medico della prima ambulanza sopraggiunta nel frattempo. È stato quindi deciso di procedere con il recupero del ferito, stabilizzato, imbarellato, sollevato verso l’alto con un paranco e affidato all’ambulanza partita per Borgo Trento. È stata poi la volta del fratello, riportato sulla strada con le stesse manovre e trasferito sulla seconda ambulanza alle 3.10. L’intervento si è svolto in collaborazione con i Vigili del fuoco. Sul posto anche i Carabinieri di San Bonifacio.