Bagagli e valigie, controlli straordinari in stazione

Ieri nella stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova sono state controllate dalla polizia 244 persone, 121 bagagli e 850 veicoli in transito davanti alla stazione.

Alle quotidiane misure di vigilanza sono state affiancate misure straordinarie di sorveglianza a tutela dei viaggiatori e allo scopo di mantenere costantemente alto il livello di attenzione sugli scali ferroviari, punti nevralgici della mobilità di milioni di viaggiatori. L’operazione, denominata “Alto impatto” si è realizzata anche tramite l’utilizzo dei sistemi di rilevazione tecnologica in dotazione al Reparto Prevenzione Crimine di Padova che ha concorso nel dispositivo.

Durante i controlli è stata sequestrata della sostanza stupefacente detenuta per uso personale da un ragazzo italiano di 20 anni che è stato segnalato all’Autorità Amministrativa competente per l’irrogazione della prevista sanzione.
La Polizia Ferroviaria ha presidiato i punti ritenuti più critici e le aree di maggiore affollamento, estendendo i controlli anche ai depositi bagagli, monitorando costantemente il flusso dei viaggiatori in arrivo e partenza dallo scalo ferroviario con controlli a campione nei confronti delle persone e dei bagagli al seguito.
Al servizio hanno concorso anche due “speciali” poliziotti di Padova e Bologna, addestrati nella ricerca di sostanza stupefacente ed esplosivi: un pastore tedesco ed un labrador che hanno aiutato la quindicina di pattuglie presenti, in uniforme e in abiti civili, a perlustrare capillarmente la stazione e le zone immediatamente limitrofe, riscuotendo successo tra i passanti che non gli hanno fatto mancare complimenti e carezze, oltre al loro ringraziamento per il contributo alla sicurezza.