Bacciga a processo per il saluto romano

Non si è avvalso di riti abbreviati quindi il gup Luciano Gorra ha disposto il rinvio a giudizio per Andrea Bacciga. L'udienza sarà il 13 febbraio. L'accusa è quella di aver violato l'articolo 5 della "legge Scelba" alzando due volte il braccio destro nel cosiddetto saluto romano.

Il consigliere Andrea Bacciga

In aula ci saranno anche le parti civili come l’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti, l’Associazione partigiani d’Italia, tre attiviste di Non una di meno alle quali sarebbe stato rivolto il gesto fascista lo scorso 26 luglio. Il consigliere di Battiti, durante il consiglio comunale, per due volte, avrebbe alzato il braccio riproducendo il saluto romano. Bacciga si è sempre difeso dicendo che il braccio era stato alzato non con un’inclinazione di 135° ma di 120°.