Treviso ufficialmente nel Teatro Stabile del Veneto

L’Assemblea dei Soci del Teatro Stabile del Veneto, riunitasi oggi a Venezia, ha concretizzato la presenza del Comune di Treviso nell'associazione dello Stabile. Corazzari: «Raggiungimento di un grande risultato. Un’istituzione culturale veneta che continua a crescere». Grande soddisfazione espressa anche dal Presidente Zaia.

L’Assemblea dei Soci del Teatro Stabile del Veneto, riunitasi oggi a Venezia, approvando le variazioni al bilancio preventivo 2019 ha concretizzato la presenza del Comune di Treviso nell’associazione dello Stabile.

«È il raggiungimento di un grande risultato – commenta l’assessore alla cultura della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari – che premia chi ha sempre creduto in una grande istituzione teatrale per l’intero Veneto e che inaugura una nuova ed esaltante stagione di promozione culturale nei nostri territori. Questa istituzione, di cui siamo orgogliosi, svolge un’intensa attività in tutta la regione ed è uno dei capisaldi irrinunciabili nella programmazione delle rassegne di spettacolo e di cultura nel Veneto, di cui anche Treviso e i trevigiani d’ora in avanti potranno godere».

Arriva in mattinata anche il commento del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che si dice soddisfatto di quanto deliberato dai soci del Teatro Stabile.

«L’ingresso di Treviso nel Teatro Stabile del Veneto, per il quale mi complimento con tutti coloro che hanno creduto, come me, in un’istituzione teatrale veneta più forte e sempre più vicina al territorio, rappresenta la prima applicazione della nuova legge regionale sulla cultura che sostiene chi si aggrega o ha la forza di fondersi. La chiusura di questa partita – continua il presidente – è un passo verso la realizzazione di una piattaforma teatrale veneta competitiva sul piano nazionale e internazionale e capace di costituire un benchmark per tutti i teatri nazionali».

«L’operazione si chiude senza lasciare nulla di irrisolto – conclude Zaia –. Con l’approvazione delle variazioni al bilancio preventivo infatti il Teatro Stabile del Veneto dimostra di rispettare i principi di sostenibilità a tutela dei Soci Fondatori e dell’equilibrio del proprio bilancio. E il teatro Mario del Monaco potrà riprendere gli spettacoli per la stagione 2019/2020, restituendo a Treviso il ruolo che le compete nel campo dell’offerta culturale».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.