Incontro fra Regione e atenei di Padova e Verona. C’è sintonia sulla sanità

Incontro fra il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e i rettori degli atenei di Padova e Verona, Rizzuto e Nocini. Focus sulla sanità: c'è piena sintonia fra le tre istituzioni.

medici regione padova verona sanità

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha incontrato oggi i Rettori delle Università di Padova, Rosario Rizzuto, e di Verona, Pier Francesco Nocini.

«È stato – riferisce Zaia – un momento di grande positività, durante il quale abbiamo discusso di vari temi e collaborazioni, presenti e future, tra le nostre istituzioni, trovando piena sintonia nel lavorare assieme nell’interesse dei cittadini veneti e del fondamentale sistema formativo per i nostri giovani».

«Abbiamo focalizzato la nostra attenzione sul grave problema della carenza di medici in tutta Italia (56.000) e nel Veneto (non meno di 1.300), ragionato dell’aspetto delle borse di studio, della formazione dei 500 giovani medici laureati e abilitati, ma non specializzati che la Regione sta reclutando attraverso due chiamate, una per i Pronto Soccorso e una per la Medicina interna, di come fare squadra per affrontare l’intera questione. Sono molto soddisfatto, perché la squadra c’è e oggi i due Rettori me ne hanno dato autorevolissima conferma».

Di «un incontro storico» ha parlato il Rettore di Verona Nocini, «nel quale – ha detto – abbiamo gettato le basi per colmare il gap creatosi nella sanità veneta sul fronte dei medici. Le Università di Padova e Verona – ha aggiunto Nocini – sono pronte a lavorare direttamente alla formazione dei giovani che la Regione sta reclutando. Significativa – ha aggiunto Nocini – anche la collaborazione avviata sulla possibilità di coinvolgere nell’operazione gli specializzandi dal terzo al quinto anno».

Per il Rettore di Padova, Rizzuto, «è stato un incontro proficuo e costruttivo, nel quale, con il collega di Verona, abbiamo riconfermato l’impegno forte dei nostri due Atenei a sostegno della sanità veneta con le nostre attività di ricerca, formazione e assistenza. Sulla carenza di medici – ha aggiunto il Rettore Rizzuto– abbiamo riscontrato la volontà comune di collaborare per dare in tempi rapidi una soluzione all’emergenza che si è creata”.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.