Fucili e pistole irregolari, denunciato 56enne

L'imprenditore è stato scoperto durante un controllo fiscale della Guardia di Finanza di Vicenza. Alcune delle armi non era state registrate e il porto d'armi del 56enne era scaduto.

imprenditore armi vicenza

Un vero e proprio arsenale, detenuto illegalmente e composto da una carabina, un fucile, una doppietta, un fucile ad aria compressa, una pistola, due revolver, una katana giapponese, un mirino ottico di precisione e 391 proiettili di vario calibro è stato scoperto dalla Guardia di finanza di Vicenza.

Il ritrovamento è avvenuto nell’ambito di una attività ispettiva a carattere fiscale presso i locali aziendali di una società di capitali berica operante nel settore della commercializzazione di attrezzature per giardinaggio. Il rinvenimento ha portato alla denuncia di un 56enne e al sequestro dello stesso materiale.

L’imprenditore non aveva formalmente comunicato alle autorità l’esatto luogo di custodia di tali armi e munizioni e non aveva denunciato il possesso di alcune di esse. Inoltre lo stesso 56enne era sprovvisto di regolare porto d’armi avendone esibito uno scaduto da oltre un decennio e mai rinnovato. (Ansa)