Terremoto magnitudo 3.7, paura vicino a Roma

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 è stata avvertita alle 22.43 di ieri a Roma. Per il momento gli unici danni riscontrati sono stati alla chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo di Montecompatri.

terremoto roma

L’epicentro, secondo quanto riportato dall’Ingv, è stato a tre chilometri dal Comune di Colonna, est della Capitale, ad una profondità di 9 chilometri. Tra i comuni vicini, anche San Cesareo, Gallicano nel Lazio, Zagarolo e Montecompatri. Paura in città e molte segnalazioni dei cittadini al 112, il numero delle emergenze. Ma, finora, nessuna indicazione di danni a cose o persone. L’Atac ha fatto sapere che la Metro C è stata sospesa per verifiche.

«Stiamo facendo delle verifiche perché qualche edificio in centro risulta lesionato. Per ora non abbiamo segnalazioni di feriti. C’è stata tanta paura in paese, stanno tutti in strada». Così all’Ansa il sindaco di Colonna Fausto Giuliani.

In mattinata sono state riscontrate lesioni alla chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo di Montecompatri da parte dell’Associazione nazionale degli ingegneri, attivata dall’agenzia regionale di Protezione Civile. Dichiarata inagibile la casa parrocchiale adiacente al Duomo, mentre a Colonna i vigili del fuoco stanno ancora operando le verifiche di agibilità di alcune abitazioni. Intanto controlli sono stati effettuati anche in alcuni edifici di Roma e nelle aree archeologiche. Dai controlli al Colosseo e nell’area archeologica non sono stati riscontrati danni. (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.