Rogo a Nuoro, Canadair bloccati dal vento

Incendio di Siniscola ancora attivo. Sul posto hanno operato tutta la notte 25 squadre a terra tra Corpo Forestale, Agenzia Forestas, volontari e vigili del fuoco.

Il Nuorese brucia ancora. L’incendio di Siniscola, che ha lambito la statale 131 dcn bloccata tra Nuoro e Olbia per buona parte della notte, è in fase di contenimento ma non ancora del tutto spento.

Sin dalle prime luci dell’alba sul posto hanno operato due Canadair e tre elicotteri della flotta regionale antincendi. I mezzi aerei, però, sono stati costretti a ritirarsi dopo qualche ora a causa delle condizioni proibitive del forte vento di maestrale che continua a soffiare in maniera pronunciata.

Sul posto hanno operato tutta la notte 25 squadre a terra tra Corpo Forestale, Agenzia Forestas e volontari e sette squadre dei vigili del fuoco. Nella notte sono state evacuate 15 famiglie nella frazione di Murtas Artas e alcuni capannoni agricoli sono stati interessati dalle fiamme. Secondo una prima stima dei danni sarebbe già andato in fumo qualche centinaio di ettari di macchia mediterranea. 

Resta alto dunque il pericolo di incendi. Il vento di maestrale continua a soffiare incessantemente e in giornata è previsto un ulteriore peggioramento. Secondo il servizio meteo del Sar Sardegna, infatti, il vento, da debole o moderato farà registrare locali rinforzi sino a burrasca sulle coste della Gallura e sull’arcipelago di La Maddalena in attenuazione nella mattinata. La Protezione civile regionale ha emanato un nuovo bollettino con codice arancione che riguarda tutta la costa orientale e il sud dell’isola.