‘Ndrangheta, sequestrati beni per oltre 1 milione

Sigilli a un'azienda agricola, bar e anche terreni con sovvenzioni dall'Unione Europea. Il proprietario, già detenuto, è ritenuto affiliato alla 'ndrangheta.

'ndrangheta

Beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa un milione e 100 mila euro sono stati confiscati dai Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria a Giovanni Battista Cacciola, di 55 anni, di Rosarno, attualmente detenuto.

Cacciola, ritenuto affiliato all’omonima cosca di ‘ndrangheta di Rosarno, è stato condannato per porto e detenzione di armi, ricettazione, associazione a delinquere, associazione a delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, sequestro di persona e riduzione in schiavitù.

La confisca trae origine dalle indagini che hanno portato alla luce l’esistenza di un gruppo criminale dedito alla commercializzazione di droga con ramificazioni anche nel nord Europa.

I beni confiscati sono un’azienda agricola, un bar, quattro immobili, alcuni terreni risultati oggetto di sovvenzione comunitaria Pac, rapporti bancari e prodotti finanziari. (Ansa)