Indagini per il rogo all’ospedale di Bergamo

Iniziati i lavori di ripristino dei reparti. Ieri nel rogo è morta una paziente.

ospedale di Bergamo

Il sostituto procuratore di Bergamo Letizia Ruggeri ha formalizzato questa mattina l’indagine sull’incendio di ieri mattina all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, costato la vita a una degente ventenne.

L’indagine è per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti e dunque senza alcun indagato. Anche oggi proseguiranno gli accertamenti di Procura e polizia di Stato per scoprire le cause del rogo avvenuto nel reparto di Psichiatria.

Nel frattempo sono in corso le pulizie all’interno della torre 7: il reparto, al terzo piano, è ancora interamente sotto sequestro, mentre i tecnici stanno ripulendo il piano superiore, danneggiato dal fumo, e quelli inferiori. Alcune stanze sono già state ripristinate, ma i lavori proseguiranno per tutta la giornata.

La torre 7 è comunque ancora vuota e non si conoscono le tempistiche per il rientro dei degenti (un’ottantina, da ieri ricoverati in altri reparti o in altri ospedali) della Psichiatria, dell’Oncologia e della Nefrologia. (Ansa)