Inchiesta Alchemia, sequestrati 15 milioni

Sequestrati dalla Dia di Genova beni per un valore di quindici milioni alla cosca Raso-Gullace.

Sono stati sequestrati beni per 15 milioni a Carmelo Gullace e alla moglie Giulia Fazzari, oltre che a Orlando Sofio e a Marianna Grutteria, tutti arrestati nel 2016 nell’inchiesta Alchemia.

L’inchiesta aveva portato a quarantadue misure cautelari a carico di soggetti affiliati e contigui alle cosche di ‘ndrangheta reggine Raso-Gullace-Albanese e Parrello-Gagliostro, accusate di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

La Dia di Genova, coordinata dalla direzione distrettuale di Reggio Calabria, ha messo i sigilli su conti correnti, depositi bancari, beni mobili, sette società, immobili, nelle provincie di Savona, Alessandria e Reggio Calabria. Gullace è considerato dagli investigatori figura apicale della cosca, con ruolo direttivo e di comando, in quanto referente dell’articolazione ‘ndranghetistica in Liguria e Piemonte per la risoluzione di controversie, per i contatti con altre articolazioni territoriali e per il reimpiego di proventi. (ANSA)