Il bellunese Daniele Franco direttore generale della Banca d’Italia

Il bellunese Daniele Franco, 66 anni, è stato nominato nuovo direttore generale della Banca d'Italia.

daniele franco direttore generale banca d'italia

Il bellunese Daniele Franco, 66 anni, è stato nominato nuovo direttore generale della Banca d’Italia. Franco era membro del Direttorio e vice direttore generale della Banca d’Italia dal 20 maggio 2019. In tale veste, è anche membro del Direttorio integrato dell’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (Ivass).

Lo ha nominato oggi il Consiglio Superiore dell’Istituto guidato da Ignazio Visco. Nel direttorio, come vice direttore generale, è stato nominato Piero Cipollone. Le nomine – ricorda l’istituto – sono state deliberate ai sensi dello Statuto della Banca e «devono essere approvate con decreto del Presidente della Repubblica, promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, sentito il Consiglio dei ministri».

«Congratulazioni a Daniele Franco, nuovo direttore generale della Banca d’Italia. Bellunese, dei veneti possiede il rigore e la concretezza, viatico che è anche augurio di buon lavoro». Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia si felicita per la nomina.

«Dopo una lunga esperienza alla guida della Ragioneria generale dello Stato, incarnando la figura del custode dei conti pubblici, lo attende ora un ruolo altrettanto impegnativo. In questo momento storico, in cui il sistema bancario è attraversato da polemiche e fragilità, sono certo che Franco insieme alla tecnostruttura di Banca d’Italia saprà gestire questo passaggio impegnativo, considerate anche le discusse normative europee, con un ruolo di alta vigilanza sempre più pervasiva e soprattutto attenta alla salvaguardia del valore costituzionale del risparmio».