Negrar, stasera l’ultimo confronto. Ama Verona sta con Grison

Confronto finale questa sera alle 20.30 a Villa Spinosa di Negrar tra i due candidati al ballottaggio di domenica 9 giugno: da una parte Marco Andreoli, dall’altra Roberto Grison. Una sfida elettorale accesissima e ancora aperta visto il minimo scarto di voti registrato il 26 maggio scorso al primo turno di votazione (4839 preferenze contro le 4464 del sindaco uscente). A decidere sulle sorti di questo duello potrebbe essere al terza lista che due settimane fa si è presentata al seggio, ovvero quella della candidata Chiara Prati. 458 voti per lei e un 4,69 per cento che potrebbe essere determinante.

E’ notizia di poche ore fa che proprio i gruppi che hanno sostenuto la candidata sindaco, ovvero Ama Negrar (Ama Verona) e Lista Tosi hanno firmato l’apparentamento ufficiale con il candidato Roberto Grison, sostenuto dalle liste civiche Insieme per Grison sindaco, Laboratorio Negrar, Comunità e territorio. Marco Andreoli, invece, ha l’appoggio di Pensionati veneti, Negrar sei tu, Lega Salvini, Fratelli d’Italia, Liga Veneta Repubblica, Forza Italia-Negrar civica.

A spiegare le motivazioni che hanno spinto Ama e Lista Tosi a sostenere il sindaco uscente le ha date Zeno Pescarin, segretario di Ama Verona: «Sosterremo convintamente Roberto Grison perché è stato l’unico gruppo che ci ha contattato, – spiega Pescarin – l’unico che è venuto da noi con una proposta concreta e con il quale ci siederemo attorno ad un tavolo per decidere le linee programmatiche e contenuti».

Alla domanda se si aspettavano di ritrovarsi come Ama Negrar – Lista Tosi ad essere potenzialmente l’ago della bilancia del duello finale, il segretario risponde cosi: «Sicuramente è un risultato che ci soddisfa molto, considerando che il nostro è un gruppo nato, qui a Negrar, da poco. Non pensavamo di vincere ovviamente al primo turno, ma siamo un gruppo molto forte, molto solido  che proseguirà il suo lavoro anche dopo queste elezioni»