Morde e picchia gli agenti: arrestato in stazione

Arrestato e rilasciato il giovane che ieri, in stazione Porta Nuova, ha aggredito gli addetti delle ferrovie e due agenti della Polfer accorsi per calmarlo. L’uomo voleva saltare la fila della biglietteria.

Ha aggredito il personale ferroviario e poi si è scagliato contro i poliziotti. Una situazione incredibile che ha creato attimi di panico ieri pomeriggio in stazione Porta Nuova, dove un 27enne di origine nigeriana domiciliato in provincia di Mantova ha iniziato a dare in escandescenze davanti alla biglietteria della stazione.

Il giovane, in stato di alterazione, ha cercato di aggredire il personale delle ferrovie urlando e minacciandoli pretendendo di essere servito subito per non fare la fila. Dopo essere stato segnalato, sul posto sono accorsi gli agenti della Polfer che hanno tentato di calmare l’uomo, il quale stava danneggiando alcune suppellettili della biglietteria. Alla vista dei poliziotti, però, il 27enne ha aggredito anche loro prima con una testata, che ha procurato all’agente un vistoso taglio alla fronte, e poi a morsi, lacerando la camicia della divisa di un altro militare.

Dopo essere stato arrestato l’uomo, risultato anche clandestino in Italia, ha patteggiato in tribunale una pena di sei mesi, che è stata poi sospesa perché incensurato.