Montorio ancora più bello: fiori e piante valorizzano la frazione

Nuovo look sui ponti Trivelin e dell’Olmo. Amia abbellisce e decora Montorio con centinaia di fiori e piante. «Un riconoscimento ad un quartiere virtuoso».

Amia - Comitato Fossi Montorio - Associazione Due Valli

Il ponte Trivelin e quello dell’Olmo a Montorio cambiano look e si arricchiscono di verde, di centinaia di nuove composizioni floreali, ma anche di nuova cartellonistica per valorizzare e far conoscere gli angoli storici e naturalistici del quartiere. Amia, in sinergia con le associazioni Due Valli e Comitato Fossi Montorio, lancia una serie di iniziative finalizzate ad abbellire e rendere più vivibile Montorio.

sboarina tacchella amia montorio

Tra queste, il ricordare l’importanza dell’acqua nella zona, i suoi ruscelli, le sue risorgive, promuovere turisticamente i paesaggi più belli della Valsquaranto e decorare florealmente i numerosi ponti storici presenti nel quartiere. L’intervento di “riqualificazione” green di Amia è stato presentato questa mattina alla stampa presso il ponte a tre arcate, di probabile origine romana, Trivelin, ubicato proprio nel centro di Montorio.

Erano presenti oltre al presidente di Amia Bruno Tacchella, il sindaco di Verona Federico Sboarina, la presidente dell’Ottava Circoscrizione Alma Ballarin, il presidente dell’associazione Due Valli Luciano Corsi e Claudio Ferrari, presidente del Comitato Fossi Montorio.

Proprio in questi giorni la società di via Avesani ha provveduto all’allestimento di nuovi e decorativi spazi verdi, posizionando una trentina di fioriere, composte da gerani, petunie e begonie, sulle ringhiere dei due ponti, andando così ad arricchire questi angoli particolarmente frequentati ed amati dalla collettività montoriese. Amia fornirà inoltre gratuitamente alle associazioni 16 cartelli che, con l’aiuto anche della tecnologia (smartphone, tablet etc), indicheranno a turisti e residenti i numerosi percorsi storico-naturalistici tra risorgive, ponti fioriti, antiche chiese, corti e fontane, laghi e sorgenti.

Guarda il video su Radio Adige Tv


Le dichiarazioni

«Grazie alla sinergia con le associazioni Due Valli e Fossi Montorio fortemente radicate nel territorio, che ringrazio per il loro impegno e che da anni si prendono cura della valorizzazione delle risorse di Montorio e del suo ecosistema, andiamo ad abbellire il quartiere e a promuovere a livello naturalistico e turistico una serie di iniziative volte alla conoscenza e alla tutela dell’ambiente» ha commentato il presidente di Amia.

«Con questo intervento vogliamo “premiare” e ringraziare un quartiere ed i suoi cittadini che da sempre hanno dimostrato particolare attenzione e sensibilità verso questi temi. Dai dati in nostro possesso, risulta infatti che l’ottava Circoscrizione è in assoluto una delle zone più pulite e verdi di Verona, con la minor presenza di scarichi abusivi, con la più alta percentuale di raccolta differenziata di rifiuti, dove anche il sistema di raccolta porta a porta rappresenta un vero e proprio esempio virtuoso. Il tutto ovviamente anche grazie all’impegno e professionalità dei nostri operatori e dell’ispettore di zona De Bortoli, che ringrazio. L’ennesima dimostrazione di attenzione da parte di Amia verso i quartieri periferici della città».

Ha aggiunto il sindaco: «I nostri quartieri, con le loro peculiarità, sono un gioiello da valorizzare costantemente. L’attenzione dell’Amministrazione comunale, in questi anni, è sempre stata massima. Non solo per prevenire il degrado, ma anche per mettere in luce le bellezze del nostro territorio. Questa è un’area unica, immersa nel verde, che da oggi sarà ancor più apprezzata dai residenti e da quanti la attraversano, su sentieri e percorsi naturalistici».

«Montorio, con le risorgive e i ponti, ha una capacità attrattiva che vogliamo far crescere, a beneficio di tutta la comunità. Un impegno condiviso con le associazioni e realtà della zona, da sempre attente alla storia e alle tradizioni locali. Ringrazio Amia che dimostra, ancora una volta, di essere costantemente al servizio della città e dei veronesi» conclude Sboarina.

LEGGI ANCHE: Tommasi: «Tocca a noi ora amministrare coi fatti»

Comitato Fossi Montorio

Il Comitato Fossi Montorio è un’associazione di volontariato costituitasi il 1 ottobre 1984. Promuove iniziative volte alla conoscenza e alla tutela dell’ambiente e del territorio. Organizza conferenze, visite guidate, attività didattiche con gli alunni delle scuole e propone manifestazioni culturali, ha realizzato numerosi volumi e libri sulla storia e sulle caratteristiche geografiche e naturalistiche di Montorio. Tra i numerosi interventi dell’associazione la ricollocazione a Montorio dell’ara votiva (cippo del periodo romano) con la collaborazione di Soprintendenza e Comune ed il progetto Itinerario delle Risorgive.

Associazione delle Due Valli

L’Associazione delle Due Valli, costituita nel 2000, opera nell’ambito territoriale del Castello di Montorio, sviluppando numerose attività di aggregazione con eventi teatrali e socioculturali, di didattica ed inserimento nel mondo lavorativo per persone adulte diversamente abili e/o persone in situazione di fragilità. Collabora, oltre che con il Comuni di Verona, con quelli di Grezzana e San Martino Buon Albergo per la valorizzazione dell’intera Valsquaranto.

LEGGI ANCHE: Paternoster (Lega): «Da studiare le ragioni del disastro annunciato»

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv