Mons. Pompili ad Amatrice: «Qui finalmente c’è un cantiere»

Sei anni fa il terremoto di magnitudo 6.0 che devastò una vasta area nella Regione Lazio e che interessò tutto il centro Italia. Questa mattina il prossimo vescovo di Verona ha celebrato la Santa Messa andata in onda su RaiUno.

Monsignor Domenico Pompili (Foto da TG1)
Monsignor Domenico Pompili (Foto da TG1)

«Qui finalmente c’è un cantiere. Ed è il momento di vedere oltre». Con queste parole mons. Domenico Pompili, prossimo vescovo di Verona (dal 1° ottobre), attualmente incaricato a Rieti, ha ricordato la tragedia che esattamente sei anni fa, il 24 agosto 2016, colpì il rietino e tutto il centro Italia. Una forte scossa di terremoto di intensità 6.0 della scala Richter, registrata alle 3.36 di notte, provocò la morte di 300 persone, di cui 239 concentrate nella sola cittadina di Amatrice.

E proprio ad Amatrice, questa mattina in diretta su RaiUno, Pompili ha celebrato una Santa Messa dopo aver partecipato ieri in serata anche alla veglia e alla fiaccolata per ricordare le vittime del sisma.

RIGUARDA LA SANTA MESSA SU RAIPLAY

«Amatrice è chiamata “Città degli italiani”. Ed a ragione. Perché se non fosse stato per l’istantanea solidarietà di tante donne ed uomini, già all’alba tragica di 6 anni fa, molti oggi non sarebbero qui – ha affermato il futuro vescovo di Verona – La solidarietà concreta e immediata ha contagiato bel al di là dei confini nazionali, come in Germania. Oggi siamo qui per dire grazie alle italiane e agli italiani; per dire grazie all’Italia perché attraverso il suo Stato ha disposto generosamente risorse perché la vita possa rinascere. Diciamo grazie pensando a quelli che 6 anni fa scomparvero in un baleno. E siamo qui dopo la veglia notturna per vivere l’Eucaristia che è il rendimento di grazie più incredibile. Si tratta infatti di rendere grazie a Dio per la morte e resurrezione del suo Figlio perché la speranza con la “S” maiuscola prenda piede nella nostra vita. È questa fede che ci spinge a ritenere che quei legami che costituiscono la terra ferma della nostra comunità non si dissolvono, ma ritrovano vita in Dio».

Mons. Pompili celebra la Santa Messa ad Amatrice (Foto TG1)

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv