Melotti (Bosco): «Probabilmente la vittoria più bella, ora guardiamo avanti»

Claudio Melotti ottiene il pass per il quinto mandato da primo cittadino di Bosco Chiesanuova, il terzo consecutivo dopo uno da vicesindaco e due, ancora prima, da sindaco. Vittoria combattuta, con una campagna elettorale segnata da momenti di duro scontro.

Claudio Melotti, sindaco di Bosco Chiesanuova
Claudio Melotti, sindaco di Bosco Chiesanuova

In occasione delle recenti elezioni comunali, Claudio Melotti ha ottenuto la vittoria, imponendosi sullo sfidante Riccardo Meneghelli con 1.336 voti (66,3%) contro le 679 preferenze del secondo (33,7%). Durante il TG Verona Economia, abbiamo raccolto un commento a caldo con il neo eletto sindaco.

LEGGI ANCHE: DDL Autonomia, arriva il via libera della Camera: è legge

Buonasera sindaco Melotti. Grazie per essere con noi. Ci può raccontare le sue prime impressioni dopo questa vittoria?

Sì, effettivamente gli ultimi giorni non sono stati simpatici, ma abbiamo dimostrato serietà, serenità e credibilità. Abbiamo una visione di Bosco Chiesanuova all’altezza della situazione, e evidentemente questi valori ci hanno premiato. È un buon risultato, il 66%, e credo che dopo venticinque anni sia un ottimo risultato, nonostante i tentativi di buttarla un po’ sulla rissa che non sono riusciti.

Un plauso anche alla squadra. Come abbiamo detto qui in studio, ha messo insieme una squadra molto competitiva e di qualità. Quali sono i prossimi passi?

Avevo detto che il giorno dopo, cioè domani, saremo già al lavoro. Io sicuramente, ma cercheremo già da subito di formare l’ossatura e la configurazione della squadra perché non possiamo perdere neanche un giorno. La stagione estiva è alle porte e ci sono un sacco di cose da fare immediatamente, oltre ai progetti che abbiamo messo nero su bianco nel nostro programma.

A livello personale, ha vinto già cinque volte le elezioni. Come descriverebbe le emozioni di questa vittoria?

Per certi versi, credo che questa sia stata la più bella vedendo il risultato e la più amara prima. Però adesso si tratta di guardare avanti. Non sono un uomo da guardare lo specchietto retrovisore più di qualche ora. Bosco Chiesanuova ha bisogno di noi, la Lessinia ha bisogno di Bosco Chiesanuova e viceversa. Siamo qui per fare fatti come abbiamo fatto in questi venticinque anni.

Un’ultima battuta. Ci sono state anche le elezioni europee, e lei è coordinatore provinciale di Forza Italia. Come commenta il risultato del partito?

Direi proprio di sì. È sotto gli occhi di tutti che continuiamo a crescere, magari lentamente, ma con serietà, competenza e credibilità. Mettendoci sempre la faccia, l’entusiasmo e il lavoro. Grazie agli elettori di Forza Italia e di Bosco Chiesanuova, dove abbiamo ottenuto un ottimo risultato. Però voglio dire, non è certo questo l’argomento pregnante per quel che riguarda Bosco, quindi sono veramente soddisfatto sotto tutti i profili

Allora congratulazioni, sindaco, per questa vittoria. Si rilassi, questa sera c’è solo da festeggiare.

Stasera andiamo a festeggiare con gnocchi di malga e birra a volontà. Vi invito tutti, potete venir su fino a notte fonda. Grazie e buona serata a tutti.

LEGGI ANCHE: Verona nelle top 200 università al mondo per parità di genere