Massimo Godi: «L’accessibilità? Un concetto ampio, Verona può fare di più»

Massimo Godi, imprenditore veronese, si presenta all'appuntamento del 12 giugno a sostegno del candidato sindaco Flavio Tosi anche per portare la sua esperienza di persona con disabilità motoria all'interno di Palazzo Barbieri. «L'accessibilità non è solo un tema che riguarda le persone con difficoltà deambulatorie, ma riguarda persone anziane o mamme con il passeggino. Serve maggiore attenzione».

Massimo Godi
Massimo Godi

Massimo Godi: «L’accessibilità? Un concetto ampio, Verona può fare di più»

Massimo Godi, imprenditore veronese, si presenta all’appuntamento del 12 giugno a sostegno del candidato sindaco Flavio Tosi anche per portare la sua esperienza di persona con disabilità motoria all’interno di Palazzo Barbieri.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Lei è un neofita della politica, ma l’ha sempre seguita da esterno. Com’è nata l’occasione per mettersi in gioco, quest’anno?

Mi sono sempre interessato alla politica locale e nazionale, seppure io non abbia mai partecipato attivamente. Parlando con amici che gravitano nel mondo della politica locale, mi hanno proposto di entrare a far parte. Ho poi chiesto un appuntamento con il sindaco Tosi, ci siamo piaciuti e mi ha dato quest’opportunità. Io e Tosi siamo due persone molto sintetiche. Lui mi ha chiesto “tu cosa puoi darmi?” e io gli ho risposto che sicuramente qualcosa sulla mia condizione la potevo dare.

Lei ha girato il mondo, anche per questioni lavorative. Ha visto molte città attrezzate e accessibili anche per le persone con disabilità, immagino…

Io sono un imprenditore e anche un responsabile commerciale in un’azienda che fa forniture per materiali da costruzione. Sono in questa condizione da una quindicina d’anni. Girando il mondo ho avuto modo di apprezzare o criticare le situazioni di vari Paesi. Prendendo spunto da quelli posso permettermi di dare un commento rispetto a ciò che mio avviso si può migliorare per rendere l’accessibilità un fattore possibile per tutti.

Guarda l’intervista su Radio Adige Tv


La questione delle barriere architettoniche viene affrontata sempre in maniera marginale. In realtà è una necessità molto presente. Verona non è messa molto bene da questo punto di vista, o no?

L’accessibilità non è soltanto rivolta a una persona con disabilità motorie. Riguarda anche l’anziano che fatica a camminare, la mamma con un neonato in carrozzina che deve riuscire a fare una scalinata senza aiuto. Verona ha delle limitazioni evidenti. È una città storica quindi è difficile adeguarla anche a questo, ma alcuni piccoli interventi possono portare sicuramente dei miglioramenti.

Lei è un grandissimo sportivo e Verona sarà sede anche della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi e della cerimonia di apertura delle Paralimpiadi. Sarà una grandissima occasione per la nostra città, cosa ne pensa?

Sarà una grandissima occasione e dovremo prepararci per quella situazione. Bisogna risolvere alcune limitazioni, soprattutto in relazione alle Paralimpiadi. La stragrande maggioranza degli atleti paralimpici dopotutto ha delle disabilità motorie, spesso molto marcate.

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 15 al 21 agosto

Dicevamo che lei pratica molti sport. Quale preferisce?

Dipende dalla stagione. In inverno direi lo sci, mentre in estate la vela.

Se dovesse entrare a Palazzo Barbieri come consigliere comunale, quali temi le piacerebbe seguire?

La situazione economia attuale non sta aiutando nessuno, né cittadini né le istituzioni. Ci sono questioni da affrontare e fondi da ricercare. Ci sarà da lavorare a livello economico, a cui posso dare un contributo. Sono laureato in Economia e Commercio e lavoro nel settore da una vita. Se riuscissi a entrare in Consiglio Comunale metterei molto volentieri a disposizione le mie competenze e conoscenze.

Nella lista Tosi c’è anche Patrizia Bisinella, già candidata come sindaca. Ha già avuto modo di confrontarsi con lei?

Abbiamo avuto un velocissimo scambio di battute nel quale in realtà ci siamo solo presentati. A breve però avremo l’occasione di confrontarci e conoscerci meglio.

Come sta affrontando questa sua prima esperienza in politica?

Diciamo che da quando sono su una sedia a rotelle cerco sempre di cogliere ogni opportunità che mi si presenta. Qualsiasi sfida, anche quando magari all’inizio mi sembra ostile e irraggiungibile, mi porta a cercare una possibile soluzione senza mai arrendermi.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv