Paolini distrutto dopo l’incidente: “È stata colpa mia”

Completamente sotto shock e distrutto l’attore Marco Paolini, che ieri pomeriggio ha provocato l’incidente in A4 tra Verona sud e Verona est. Paolini, ascoltato dalla polizia stradale in caserma, ha ammesso subito le proprie responsabilità. Una delle donne a bordo dell’auto tamponata è ora in gravissime condizioni.

Era sotto shock Marco Paolini, l’attore bellunese che, ieri pomeriggio, ha provocato il grave incidente avvenuto sull’autostrada A4 tra Verona sud e Verona est. Paolini, risultato negativo all’alcol test, è ora indagato per lesioni gravissime.

L’attore, che stava percorrendo l’A4 in direzione Venezia, ha infatti raccontato alla polizia stradale la dinamica dell’incidente che lo ha portato a tamponare con la sua Volvo una Fiat 500 con a bordo due donne vicentine. La piccola utilitaria, con lo slancio, è “volata” quindi sulla tangenziale adiacente. Sul posto i soccorsi hanno stabilizzato le due donne, una delle quali è rimasta ferita gravemente.

Una volta uscito dalla caserma Paolini ha ammesso immediatamente la propria colpa e ha raccontato al quotidiano l’Arena di essersi distratto per un attimo e di aver colpito l’auto. Il cellulare, in questo caso non sembrerebbe essere la causa della distrazione: l’attore ha infatti detto di averlo usato qualche minuto prima dell’incidente, ma non al momento del tamponamento. All’uscita dalla caserma, dopo un paio d’ore, Paolini è stato raggiunto dal fratello e dalla moglie che lo hanno riportato a Dolo.