Tra maltempo e mare grosso, il viaggio di Aquarius per immagini

The 629 people currently onboard Aquarius were rescued during night of Saturday to Sunday, when Aquarius carried out six rescue and transfer operations in the span of nine hours – all under instruction from the Italian Maritime Rescue Coordination (IMRCC). The rescue of 2 rubber boats turned critical when one boat broke apart in the darkness, leaving over 40 people in the water.

Un notte difficile quella su Aquarius, mare grosso e vento forte, assistite almeno 80 persone per mal di mare: lo riferisce Medici Senza Frontiere in un nota. Per evitare le condizioni avverse, la Guardia Costiera Italiana ha indicato un cambio di rotta e insieme alle due navi italiane ora si sta navigando lungo la costa orientale della Sardegna verso Valencia.

 Continua la navigazione verso Valencia della nave Aquarius, gestita in collaborazione da Medici Senza Frontiere (MSF) e SOS Mediterranee, che al momento si trova a circa 30 miglia nautiche al largo della Sardegna con 106 persone soccorse rimaste a bordo, dopo il trasferimento di 523 persone sulle navi italiane. Le condizioni meteo sono state molto dure durante la notte, con onde fino a 4 metri e vento a 35 nodi. Il team medico di MSF ha assistito almeno 80 persone con sintomi da mal di mare, tra cui donne incinte e una neo-mamma che allattava il suo bambino. La maggior parte delle persone ha dormito nel riparo allestito all’interno della nave per proteggerle dal vento.

[pantheon_gallery id=”40119″][/pantheon_gallery]

Per evitare il mare avverso, sotto le indicazioni della Guardia Costiera Italiana (MRCC), la Aquarius ha cambiato rotta e navigherà, insieme alle navi della Guardia Costiera e della Marina italiana, lungo la costa orientale della Sardegna. A bordo ci sono 52 donne, 10 bambini e 45 uomini, tra cui persone trattate per sindrome da annegamento o con gravi ustioni da carburante e acqua salata.

 “È stata una notte molto dura, il mare era grosso e la maggior parte delle persone ha avuto il mal di mare. Stamattina molte di loro stanno ancora male, ma la situazione è più serena. Le persone sono nel riparo e si stanno riprendendo dalla nottata. Abbiamo distribuito arance, barrette di cereali, cornetti e thè freddo forniti ieri dalla Guardia Costiera Italiana e le condizioni del mare sono leggermente migliori” racconta Aloys Vimards, capo progetto di MSF a bordo della Aquarius.

 Aquarius approderà in Spagna come previsto. Lo precisano fonti del governo che escludono l’arrivo della nave in Italia. L’Aquarius è attesa nel porto di Valencia in Spagna domenica, hanno indicato oggi fonti governative di Madrid. L’arrivo delle navi che trasportano i 629 migranti dovrebbe essere ritardato dalle cattive condizioni atmosferiche lungo il percorso dalle coste italiane a quelle spagnole.

 “Aquarius arriverà in Spagna. Mi sembra che una nave che porta a bordo sistematicamente 4,5,600 persone sia attrezzata” per il maltempo. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, escludendo ogni cambio di rotta per Aquarius a causa del peggioramento delle condizioni del mare. “Ne hanno a bordo cento. Se avessero problemi con un quinto delle persone che di solito prendono a bordo – conclude Salvini – vuol dire che hanno problemi loro”.

 

Guarda il video di Medici Senza Frontiere: