Malcesine: ruba una bici da 5mila euro, ma viene beccato dai Carabinieri

I Carabinieri di Malcesine si sono insospettiti quando hanno visto il 27enne, non vestito in modo sportivo, in difficoltà nel guidare una costosa bicicletta elettrica. Era stata rubata a un noleggio.

Carabinieri Malcesine bicicletta rubata
I Carabinieri di Malcesine con la bicicletta rubata

I Carabinieri di Malcesine hanno arrestato un 27enne per il furto di una bicicletta elettrica del valore di 5mila euro.

Domenica pomeriggio, l’uomo è stato sorpreso a Malcesine da una pattuglia della locale Stazione mentre percorreva in sella alla e-bike, poi rivelatasi rubata poco prima, la Gardesana in direzione Nord in località Navene. L’attenzione dei militari è stata attratta dall’abbigliamento del giovane, che non era quello di un turista né tantomeno di uno sportivo, e dalla difficoltà con cui manovrava il mezzo.

LEGGI LE ULTIME NEWS

La e-bike CF1 della Fantic che il giovane stava cavalcando, è stata infatti riconosciuta per una di quelle offerte a noleggio da un rivenditore del paese e che di solito vengono affittate da appassionati, adeguatamente attrezzati. Una volta fermato, il giovane ha dato versioni contraddittorie sulla provenienza della bicicletta, spingendo i militari ad approfondire gli accertamenti.

È bastata una semplice telefonata al noleggiatore per appurare che pochi minuti prima, sfruttando un momento di distrazione del titolare, una delle biciclette elettriche in esposizione davanti al suo negozio era stata rubata. Il mezzo, del valore di circa 5mila euro, è stato dunque immediatamente restituito alla vittima.

LEGGI ANCHE: Il comandante Altamura: «Borgo Roma non è il Bronx»

Essendo gravato da numerosi precedenti specifici, il soggetto, straniero, ma regolare sul territorio nazionale e da tempo residente in provincia di Vicenza, è stato arrestato dandone comunicazione al pm di turno presso la Procura della Repubblica di Verona, Gennaro Ottaviano, che ha disposto di trattenerlo in camera di sicurezza in attesa dell’udienza con rito direttissimo presso il Tribunale di Verona programmata nella giornata di lunedì.

All’esito dell’udienza, nella giornata di ieri, il Giudice Valentina Fabiani ha convalidato l’arresto disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, una volta alla settimana, nel comune di residenza dell’uomo nel vicentino, rinviando il processo alla prossima udienza.

LEGGI ANCHE: Verona, scontro auto-moto. Un morto

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv