Mafie ed economia locale: un seminario per promuovere la trasparenza

L’assessore all’anticorruzione e alla trasparenza ha esortato le istituzioni e le scuole a formare i giovani in materia di legalità e trasparenza

Un chiaro invito alla repressione della corruzione a partire dalla scuole. È quello che ha fatto stamattina l’assessore all’Anticorruzione e Trasparenza nel corso del seminario di formazione Mafie ed economia: come prevenire le infiltrazioni e tutelare le imprese a livello locale.

«Mafia e collusione sono la maggior minaccia alla democrazia di questo Paese. Sono fenomeni che vanno repressi, con la collaborazione di tutte le Istituzioni e gli strumenti a disposizione – ha dichiarato l’assessore – A cominciare dall’educazione, nelle scuole ma anche nelle associazioni e nelle diverse realtà del territorio. I giovani devono avere ben chiaro il concetto di legalità e di trasparenza, così come i danni che la corruzione arreca alla società».

L’incontro, tenutosi a Palazzo Pompei, è stato organizzato nell’ambito del progetto Conoscere le mafie, costruire la legalità 2 ed è stato promosso dalla Regione del Veneto in collaborazione con Avviso Pubblico e con il patrocinio del Comune di Verona.