Lo sponsor “cannabis light” al Bentegodi fa discutere

Dibattito intorno ai cartelloni pubblicitari al Bentegodi di Verona: appare una sponsorizzazione del marchio "JustMary", che commercializza la cosiddetta "cannabis light".

cannabis bentegodi - comencini pasetto
Vito Comencini e Giorgio Pasetto

È apparsa su alcuni cartelloni pubblicitari al Bentegodi di Verona una sponsorizzazione del marchio “JustMary”, che commercializza la cosiddetta “cannabis light“, o anche cannabis legale con cbd, durante le partite dell’Hellas Verona.

Giorgio Pasetto, presidente di Area Liberal e coordinatore di +Europa Verona, si rivolge all’amministrazione del Comune di Verona: «Cosa dicono l’amministrazione Comunale, il Sindaco e i consiglieri comunali Andrea Bacciga e Alberto Zelger? JustMary, la società italiana leader nel commercio di cannabis light legale ha raggiunto un accordo di sponsorizzazione con L’Hellas Verona».

«Mi piacerebbe conoscere il pensiero dei proibizionisti del nostro Comune, pronti a scagliarsi contro i piccoli negozi, ma rigorosamente in silenzio quando si tratta di calcio» dice Pasetto.

Una delle prime voci a levarsi dalla maggioranza è quella del consigliere comunale di Verona e deputato della Lega Vito Comencini: «Una scelta inopportuna».

«La battaglia contro la commercializzazione della canapa è una delle priorità della Lega e anche in questo caso è necessario essere chiari – afferma Comencini –. Bisogna andare oltre ai meri interessi economici. Lo sport e il calcio rappresentano un universo di valori e un punto di riferimento in particolare per i giovani. Un aspetto che non deve mai passare in secondo piano».

«Mi hanno colpito le dichiarazioni dell’amministratore della società che commercializza la cannabis light, secondo il quale il vero trionfo è quello di essere stato accettato come sponsor. Credo che già questo sia molto indicativo. Mi auguro su questo tema arrivino presto delle parole chiarificatrici dalla società Hellas Verona», conclude Comencini.