L’Arena in rosa per il Giro d’Italia

Ieri sera l’Arena si è illuminata di rosa, in omaggio al Giro d’Italia. L’evento in contemporanea in tutte le città tappa, che hanno illuminato il proprio monumento più rappresentativo, ha dato il via ufficialmente al conto alla rovescia in vista della prima tappa della grande corsa. Ieri, infatti, mancavano esattamente 102 giorni alla partenza del 102° Giro d’Italia che prenderà il via l’11 maggio da Bologna. L’evento è stato realizzato con il contributo di Agsm.

La corsa in rosa si concluderà proprio in Arena, con la crono del 2 giugno. Nella tappa finale, i corridori dovranno affrontare un percorso, compreso interamente all’interno della città di Verona, lungo 15,6 km. All’accensione dell’Arena in rosa hanno partecipato il sindaco di Verona Federico Sboarina, l’assessore allo Sport Filippo Rando, il presidente di Agsm Michele Croce, il campione di ciclismo Damiano Cunego, il presidente provinciale della Federazione Ciclistica Italiana Diego Zoccatelli, Mario Rossini di Veronafiere e i consiglieri comunali.

“Ospitare la tappa finale del prossimo Giro d’Italia – ha detto il sindaco – è motivo di grande orgoglio perché, d’ora in avanti, il nome di Verona sarà sulla bocca di tutti. Essere la tappa decisiva di una manifestazione così importante a livello mondiale, genera grande attesa e tutti guarderanno all’Arena e a Verona come la straordinaria conclusione di un grande Giro. Va da sé che l’impatto mediatico di cui godrà la nostra città sarà enorme. Le immagini delle bellezze di Verona andranno in mondovisione per ore, tenendo conto che il percorso è interamente cittadino, e la città godrà di una visibilità internazionale incredibile. Parlando di bici, ringrazio il presidente della Regione Luca Zaia, con cui abbiamo lavorato in tandem per portare a Verona questa importantissima tappa finale”.

“Verona sarà protagonista di uno degli appuntamenti sportivi del 2019 – ha detto l’assessore Rando – e sono convinto che sarà un evento straordinario da tutti i punti di vista. Da oggi in avanti saranno molte altre le iniziative che, fino a giugno, tingeranno la città di rosa. Credo che sia qualcosa di unico arrivare all’interno dell’Arena, accolto da 10 mila persone ed è un’esperienza che uno sportivo può vivere solo a Verona. In più, sono convinto che lungo le strade della nostra città saranno centinaia di migliaia gli appassionati pronti a fare il tifo per i ciclisti”.