La Russia mobilita le truppe in Transnistria. Papa: «Ipotesi viaggio a Kiev»

Il conflitto si fa ancora più intenso in Ucraina: Mosca avrebbe mobilitato le truppe in Transnistria e sembrano prossimi nuovi, pesanti, conflitti nella zona meridionale dello Stato. Nel frattempo Papa Francesco ha fatto sapere che l'ipotesi di un viaggio in Ucraina è sul tavolo.

UCRAINA

Ancora bombe sulla testa degli ucraini che stanno cercando di evacuare più civili possibili. Numerosi i corridoi umanitari attivati anche oggi e che hanno consentito a quasi 40mila persone di arrivare a Donestk o in Russia. Anche la Turchia si è attivata per fornire navi per l’evacuazione di civili e feriti da Mariupol, come riferisce l’agenzia Anadolu.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Mobilitate le truppe in Transnistria

Altre pesanti battaglie sono però in arrivo nelle regioni orientali e meridionali dell’Ucraina, come ha detto in tv il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Arestovych, citato dal Guardian. Sempre secondo lo Stato maggiore di Kiev, poi, i russi avrebbero cominciato a mobilitare unità in Transnistria, per condurre provocazioni e svolgere azioni dimostrative al confine con l’Ucraina. La Moldavia afferma di non avere informazioni a riguardo, ma le autorità continueranno a monitorare e scambiare informazioni con i partner per garantire la sicurezza dei cittadini, ha aggiunto il ministero.

LEGGI ANCHE: Zaia: «Ristori urgenti alle aziende penalizzate dalla guerra»

Dagli USA rifornimenti militari e armi di ultima generazione

Intanto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un’intervista a Fox News, ha detto che «Oltre alla vittoria, il popolo ucraino non accetterà nessun risultato. Non ammettere l’ Ucraina nella Nato è un errore perché Kiev renderebbe l’Alleanza molto più forte». Dal canto suo il Pentagono ha annunciato importanti rifornimenti militari: secondo le fonti dornirà a Kiev fino a 300 milioni di dollari in più di aiuti, oltre ad armi di ultima generazione come i missili guidati da laser e droni ‘kamikaze’.

LEGGI ANCHE: Aiuti in Ucraina, la città polacca di Wadowice fa appello a Sona

Il Papa verso Kiev?

Ma, se da un lato, c’è chi vede la guerra come unica soluzione, dall’altra c’è anche chi chiede una pace immediata, come Papa Francesco, che, da Malta, dove è arrivato stamattina per il suo 36esimo viaggio apostolico, fa capire di star pensando all’ipotesi di andare a Kiev, raccogliendo l’invito degli ucraini. Il Santo Padre ha invocato, davanti ai cronisti «una misura umana davanti all’aggressività infantile e distruttiva che ci minaccia, di fronte al rischio di una guerra fredda allargata che può soffocare la vita di interi popoli e generazioni».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv