Job&Orienta inizia, focus sull’alternanza

Dopo il taglio del nastro di stamattina, il Job&Orienta, “benedetto” dalla visita del ministro Poletti, è pronto ad aprire sentieri di futuro con oltre 200 appuntamenti e 500 realtà espositrici.

Orientamento, innovazione, alternanza-scuola lavoro. E poi ancora globalizzazione e l’impatto sempre più deciso della robotizzazione. Sono questi i filoni che verranno affrontati da oggi fino al 2 dicembre negli spazi della Fiera. Dopo il taglio del nastro di stamattina, benedetto dalla visita del ministro Poletti il Job&Orienta è pronto ad aprire sentieri di futuro con oltre 200 appuntamenti e 500 realtà espositrici. L’ascolto reciproco tra i principali interlocutori, scuola e galassia delle imprese è e sarò la chiave di volta.

Il coinvolgimento attivo dei ministeri del Lavoro e dell’istruzione e della Ricerca, delle Regioni italiane e della Conferenza Stato-Regioni tradiscono l’importanza che dopo 27 anni questo salone si è conquistato. L’assessore regionale all’Istruzione Donazzan ribadisce che si tratta un’occasione nazionale per creare quel ponte tra scuola e lavoro sempre invocato, che nella tre giorni scaligera dà nuovo vigore al suo cantiere. La scuola è la grande sfida di questo Paese. Con 1,5 milioni di ragazzi coinvolti, i percorsi di alternanza scuola-lavoro, invece, sono la sua scommessa.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK: