Incidente Msc a Venezia. Salvini: «Pronto un progetto da approvare»

È ancora a Venezia, ancorata alla Marittima, la Msc “Opera” dopo l’incidente di ieri nel canale della Giudecca. Non si conoscono al momento i tempi di ripartenza della nave, che dovrà in ogni caso subire alcune riparazioni per i danni riportati nell’impatto con la banchina, a San Basilio, e il successivo scontro con il battello turistico ‘River Contess’, che ha provocato 4 feriti.

I circa 1.200 turisti, in gran parte internazionali, ma anche italiani, hanno potuto risalire a bordo ieri sera, assistiti dal personale Vtp, ed oggi molti di loro sono scesi nuovamente a terra per l’escursione a Venezia prevista dal programma di viaggio, che dovrebbe proseguire verso le isole del Mediterraneo orientale. La ripartenza dalla città resta naturalmente legata all’effettuazione delle attività di indagine condotte sull’incidente dalla Capitaneria e dalla Procura di Venezia.

A margine dell’inaugurazione della superstrada Pedemontana, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha parlato del passaggio delle grandi navi nel canale della Giudecca: «Il turismo è una parte fondamentale dell’economia italiana, lo si può fare in maniera intelligente con vie alternative, riducendo il rischio. C’è un progetto che aspetta di essere approvato da tempo, è giunto il momento di approvarlo, così come per i cantieri TAV o la Roma-Latina o le ferrovie in Sardegna e sicilia, c’è tanto da fare». (Ansa)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.